Immagine convessa, l’intenso respiro dei versi

16 voti
image_pdfimage_print

Le voci dell’onestà sono troppo spesso avvolte nell’immagine convessa. Vincenzo D’Alessio, la consapevolezza, l’inquietudine, dalla quotidianità il respiro della poesia.

di Michele Luongo

 

Immagine convessa, l’intenso respiro dei versiImmagine convessa è la nuova raccolta poetica di Vincenzo D’Alessio, versi incalzanti che inducano a un’intensa riflessione negli spazi dell’essere umano. Ci trasmettono un paesaggio di ricordi sempre più presente nel vuoto del nostro tempo.

Le ferite, sempre più profonde, un’immagine della terra del nostro Sud non trovano più cura. “Quante volte/sono sceso in questo/mare millenario/ non mi hai sentito?”, un lungo percorso nei ricordi che conduce all’amara constatazione, “Ci siamo addormentati / stanchi della zappa / Ci siamo svegliati/ senza terra” e alla consapevolezza che “In questa terra difficile/ in mezzo agli uomini”, “Le iene sono scese in tante”. Ed allora “Al Sud il sole inganna / preferisco l’urlo del treno”, e gli “Occhi chiari/ sognano viaggi/per non morire”.

Le voci dell’onestà sono troppo spesso avvolte nell’immagine convessa “Ho spento un mare/ di lacrime nel vuoto/ della solitudine”. Cosi la “La notte è un groviglio di rovi”, ma “La casa dei libri/ ha il profumo degli amici”. La raccolta rappresenta un insieme di rimandi in chiaroscuro di quadretti d’immagine convessa della quotidianità, sospinta dalla coinvolgente intensità diretta della poesia nella riflessiva osservazione. I dispiaceri con troppa facilità ci conducono allo smarrimento “Non ho trovato Dio”, ma è proprio dal palpito del cuore che il poeta “Annuserò il silenzio”, “Alla fonte della sorgente il suono” riscopre il senso dell’umanità: “Non dormiamo sottoterra”,  “Ho voglia di nuovo! / Tanta voglia di camminare”.

Il libro arricchito con poesie dedicate a persone e luoghi ci restituiscono il poeta come il vecchio saggio del villaggio, e dall’inquietudine “L’urlo nella tempesta”, l’immagine convessa esplode di freschezza poetica.  D’Alessio con i suoi stati d’animo ci accompagna fino a sentire la vibrazione dell’espressione del mondo che ci circonda, emozioni che danno il senso della vita, “La poesia è respiro”. Vincenzo D’Alessio “ Immagine convessa”  Ed. Fara Editore, Rimini, 2017, Pag. 106, Euro10,00 ISBN 978-88-97441-65-6  –  https://www.faraeditore.it

 

di Michele Luongo ©Riproduzione riservata
                  (17/03/2017)

 

 

ViaCialdini è su www.facebook.com/viacialdini e su Twitter: @ViaCialdini