Legami, senza tempo, invisibili

1 voto
image_pdfimage_print

Legami invisibili di Selma Lagerlöf, racconti brevi, di struggente bellezza da leggere per scoprire la bellezza di una letteratura senza tempo
di Luigi Tirella

 

Legami, senza tempo, invisibili Rimanere colpiti, affascinati ed entusiasti dalla bellezza di un breve racconto è un’esperienza di lettura imperdibile, unica ed emozionante. Selma Lagerlöf è forse una delle donne che per prima ha saputo affermare con straordinaria bravura nel panorama della letteratura mondiale, la grande sensibilità femminile nei racconti brevi con la delicatezza, l’intensa spiritualità e la sensibilità che li caratterizzano.

“Legami invisibili” è una raccolta di racconti ancora poco conosciuti a livello internazionale. Il titolo originale dell’opera è Osynliga länkar ed è stata pubblicata in Svezia nel 1894 e in Italia con una selezione di sei racconti, tratti da una più ampia raccolta, nel 2017 da Elliott con la traduzione di Clemente Giannini.

Il filo conduttore che lega questi racconti è difficile da individuare ma ciò che li accomuna è l’atmosfera degli affascinanti paesaggi della Svezia, soprattutto quella del sud che spazia dalla contea del Värmland, quella di cui è originaria l’autrice, alla città di Visby, nell’isola di Gotland, situata nel mar Baltico, fino ad altre zone bagnate dal mare.

Il destino dei personaggi che animano questi racconti è forse caratterizzato da fili invisibili che legano le loro vite e di cui forse essi sono ignari ma che determinano le loro esistenze.

Tra i più belli Il ritratto della madre, in cui il vecchio pescatore Mattsson interroga e si lascia convincere da un ritratto della madre defunta, appeso alla parete della sua camera, a sposare una giovane donna che determinerà la sua salvezza;
Lo zio Ruben in cui un ideale ricordo di un bambino precocemente scomparso condiziona la vita di una famiglia di generazione in generazione;
L’epitaffio in cui una donna è costretta a nascondere la presenza in una tomba del suo bambino scomparso in tenera età e nato da una relazione clandestina durante il suo matrimonio, combattuta dal desiderio di mantenere il segreto per la vergogna che una tale rivelazione comporterebbe e il desiderio di piangere apertamente la scomparsa del suo bambino.

Racconti di struggente bellezza quelli di “Legami invisibili”, che interessano, fanno commuovere e donano gioia e pace al cuore. Selma Lagerlöf si conferma un’autrice immortale da far leggere a tutti per scoprire la bellezza di una letteratura senza tempo . (https://www.sololibri.net  )

Selma Lagerlöf “Legami invisibili” 
Ed. Elliot,Roma, 2017 
Pag, 80, Euro,9,00, COD: 9788869933905

 

   di Luigi Tirella
  (12/01/2018 )

 

 

 

 

ViaCialdini è su www.facebook.com/viacialdini e su Twitter: @ViaCialdini