Rossi, agli Albergatori ASAT, fiducia e impegno

0 voti
image_pdfimage_print

Rossi agli albergatori: “Fiducia e impegno per costruire un futuro positivo”, e ha indicato la rotta da seguire nei prossimi mesi: continuare a sostenere gli investimenti nelle infrastrutture e per la promozione turistica, potenziare il trasporto pubblico, integrandolo con le esigenze dei turisti, e lavorare alla qualificazione del paesaggio.

Redazione

 

Rossi, agli Albergatori ASAT, fiducia e impegno“Grazie all’impegno di tutti, abbiamo aumentato la redditività delle vostre imprese ed il numero dei posti letto, non dobbiamo certo cullarci sugli allori, ma possiamo ora guardare con fiducia al futuro” Così il presidente della Provincia, Ugo Rossi, intervenuto a Molveno alla 72^ assemblea dell’ASAT, l’associazione degli albergatori e delle imprese turistiche del Trentino. “L’aumento dell’utilizzo dei posti letto, attraverso il prolungamento delle stagioni turistiche e l’aumento della redditività delle aziende alberghiere – ha detto Rossi – erano due impegni che c’eravamo dati ad inizio legislatura e sui quali abbiamo ottenuto risultati più che positivi. La recente stagione invernale – ha proseguito il presidente – è stata la migliore di sempre superando i numeri delle precedenti, con un più 13% degli arrivi e più 10% delle presenze.

“Risultati raggiunti – ha detto Rossi – grazie alla vostra tenacia, costanza e voglia di crederci, anche nei periodi più difficili. Ma anche grazie a un gioco di squadra e ad una maggiore sinergia tra gli attori del pubblico e del privato”. Rossi ha quindi indicato la rotta da seguire nei prossimi mesi: continuare a sostenere gli investimenti nelle infrastrutture e per la promozione turistica, potenziare il trasporto pubblico, integrandolo con le esigenze dei turisti, continuare a sostenere l’obiettivo di un contenimento della pressione fiscale e lavorare alla qualificazione del paesaggio – in sala era presente anche l’assessore all’urbanistica, Carlo Daldoss.

Di grande importanza anche la riduzione della burocrazia, “la capacità di darvi fastidio il meno possibile – ha detto Rossi – cercando al contrario di sostenervi e facilitarvi attraverso la pubblica amministrazione. In buona sostanza dobbiamo fare in modo che la nostra Autonomia sia un vantaggio competitivo per tutti. Dobbiamo essere più uniti e fare più sistema quando ci si rivolge all’esterno e continuare ad investire sul capitale umano, soprattutto nella formazione”. E su questo ultimo punto, Rossi ha ringraziato gli albergatori per la collaborazione messa in campo fra le strutture alberghiere e le scuole di formazione. “Impegno e fiducia – ha concluso Rossi – sono le parole d’ordine sulle quali dobbiamo costruire il futuro, tutti insieme, con determinazione e voglia di fare”.

L’assessore provinciale al turismo Michele Dallapiccola ha ricordato l’importanza del turismo nel sistema economico trentino. Sistema decisivo, patrimonio dei trentini, soprattutto quello dell’ospitalità, che ha avuto il merito di svolgere il proprio ruolo, anche in momenti di crisi, con spirito costruttivo e spirito positivo, nonostante le difficoltà.

Dallapiccola si è soffermato poi sul ruolo della politica che deve farsi carico delle istanze e dei problemi che devono affrontare gli albergatori, come l’accesso al credito che presenta ancora delle difficoltà e ha inoltre evidenziato l’importanza di mantenere elevato il sistema della promozione, che crea un notevole indotto per il settore e per l’intero sistema economico trentino. Infine Dallapiccola ha inoltre accolto la proposta di valutare un possibile allargamento del Consiglio di amministrazione di Trentino Marketing con rappresentanti privati, tra i quali quelli dell’Asat, problema conosciuto e che si è cercato di affrontare con il cosiddetto “Tavolo azzurro”, ma che occorre contemperare con le norme di legge che impongono a una società pubblica una composizione dell’organo amministrativo altrettanto pubblico”.  (  https://www.ufficiostampa.provincia.tn.it  )

 

    Redazione
 (21/05/2018)

 

 

 

ViaCialdini è su www.facebook.com/viacialdini e su Twitter: @ViaCialdini