Lunedì, 21 Aprile 2014

Wine

Chianti in Brasile e New York

Chianti in Brasile e New York

Dopo Vinitaly, conclusosi con successo, ecco che il Consorzio Vino Chianti ... Leggi tutto

Tai Rosso & Grenache

Tai Rosso & Grenache

Riunione di famiglia a Vicenza. La famiglia è quella ampeleologica, compost... Leggi tutto

Lunelli - Bisol, fusione d’intenti

Lunelli - Bisol, fusione d’intenti

Verona - Gruppo Lunelli e Bisol nasce una nuova era che ridefinisce il conc... Leggi tutto

Informazione

Cristo è Risorto

Cristo è Risorto

Riportiamo il messaggio di Sua Santità il Patriarca Ecumenico di Costantino... Leggi tutto

Lavoratori con diritti ridotti

Lavoratori con diritti ridotti

Roma - Con il termine Riforma si intendono quelle politiche evolutive e riv... Leggi tutto

I disoccupati non sono cavie

I disoccupati non sono cavie

Roma - La disoccupazione giovanile è un problema serio, ma quello di chi pe... Leggi tutto

In Scena

Perilli. La Processione

Perilli. La Processione

Chieti - nella Sala Cascella della Camera di Commercio di Chieti, verrà ina... Leggi tutto

Medma a Rosarno il Museo

Medma a Rosarno il Museo

Catanzaro - Locri Epizefiri fu l’ultima fondata in ordine di tempo delle gr... Leggi tutto

Segre accarezza le corde

Segre accarezza le corde

Trento -  Nell’ambito del primo Festival Chitarristico “Sei Corde per ... Leggi tutto

A+ R A-

La rivelazione del Petrini

Vota questo articolo
(2 Voti)
La rivelazione del Petrini - 5.0 out of 5 based on 2 votes
Milano - A visitare l’esposizione: “La prima famiglia: La rivelazione del colore nel Duomo di Milano”, di Massimo Petrini, nella Chiesa di Santa Maria Annunciata in Camposanto, in piazza del Duomo a Milano, si rimane affascinati, quasi increduli a tanta bellezza, eppure nella sua maestosità, forse, il Duomo di Milano, al di là del primo impatto, per i milioni di visitatori non è mai stato osservato nella sua particolarità.

L’artista nel suo progetto di rivisitazione pittorico digitale della facciata della Cattedrale, è riuscito a dare colore, vita, vivacità al marmo bianco. Quella facciata, grande opera d’arte, scopre le sue “minuziosità”, divenendo invito al dialogo. Le innumerevoli immagini del racconto della Bibbia convivono ed esaltano la modernità dell’arte digitale di cui il Petrini è maestro.

Un grande progetto quello del Petrini, attraverso l’uso del colore ha saputo dare luce, cogliere e trasmettere sentimenti, emozioni. Le opere, elaborazioni digitali di scatti fotografici ad alta definizione e stampati su carta cotone 100% con inchiostri pigmentati certificati a livello internazionale secondo i rigidi parametri “Fine Art Trade Guild”, ne garantiscono la musealità.

La rivelazione del colore di Massimo Petrini, è l’ennesima prova che la dedizione, la professionalità e l’amore per l’Arte produce e promuove la bellezza dell’immensità.
 
di Michele Luongo
  (22.05.2012)

La mostra è visitabile fino al 3 giugno 2012, tutti i giorni a Milano - Chiesa di Santa Maria Annunciata in Camposanto - Piazza del Duomo – Info: Tel. 02 72 022 656 int. 113.