Sabato, 01 Novembre 2014

Wine

Anteprima Doc per il MeranoWineFestival

Anteprima Doc per il MeranoWineFest…

Lagundo (BZ) - L’Anteprima del Merano WineFestival è stato presentato vener... Leggi tutto

Autochtona piace

Autochtona piace

Bolzano - Fa sempre piacere nel visitare una fiera, il potere constatare la... Leggi tutto

Un fiasco d’arte per il Chianti Ruffino

Un fiasco d’arte per il Chianti Ruf…

Firenze- L’artista francese Clet, conosciuto per le sue installazioni sui c... Leggi tutto

Informazione

Gas e luce Corte di Giustizia Europea

Gas e luce Corte di Giustizia Europ…

Duro stop da parte della Corte di Giustizia Europea agli aumenti di luce e ... Leggi tutto

Internet sulle auto

Internet sulle auto

Un accesso a Internet può trasformare l'auto in un App Center. L'industria ... Leggi tutto

Sopra il Fusandola

Sopra il Fusandola

Sotto il centro storico di Salerno c'è un torrente, che si chiama Fusandola... Leggi tutto

In Scena

L’arte di Andreace

L’arte di Andreace

Due opere d’Arte di Nicola Andreace, “Essenza di vissuto” ed “Eterno Diveni... Leggi tutto

Marangelo, al di là del confine

Marangelo, al di là del confine

Quest’anno l’attore e regista Enzo Marangelo, fondatore dell’Accademia di T... Leggi tutto

Grande Musica Grandi Artisti al Lucerne Festival

Grande Musica Grandi Artisti al Luc…

Lucerna-  L’edizione del Lucerne Festival a Pasqua 2015 sarà dedicata ... Leggi tutto

A+ R A-

Manichini senza testa

Vota questo articolo
(1 Vota)
Manichini senza testa - 5.0 out of 5 based on 1 vote

Milano - In via Guglielmo Marconi, adiacente al Museo del Novecento “100 Sogni - Morti sul lavoro” 100 manichini in tuta da lavoro in marcia, è l’installazione di Gianfranco Angelico Benvenuto:
<< Cento anonime tute vuote, riempiti solo dal vento che dà loro corpo in questo composto cammino senza i colori della speranza di Pellizza da Volpedo.
Perché l’assenza di chi è morto per il lavoro o perché lo ha perso diventi la presenza più autentica e più viva.
Perché almeno il silenzio possa penetrare il muro dell’indifferenza al dolore altrui>>.

L’ordinato corteo di tute da lavoro, senza testa, attrae sono numerosi i passanti e i turisti che si soffermavano ad osservare a commentare l’opera con apprezzamenti positivi, collegando bene la frase riportata con l’installazione.
L’artista comunica - denuncia il dramma sociale delle morti bianche delle magliaie di uomini e donne che ogni anno muoiono lavorando, ma la sua non è una provocazione fine a se stessa, va oltre. La testimonianza della gente che si ferma a riflettere, anche se, per un solo attimo è la risposta di un risultato molto positivo.

L’installazione è stata inaugurata il 23 aprile dall’Assessore alle Politiche per il Lavoro, Sviluppo economico, Università e Ricerca Cristina Tajani alla presenza dell’autore. E’ stata realizzata con il contributo della Cassa Edile di Mutualità ed Assistenza della Provincia di Udine e con il sostegno del Comune di Milano

L’opera “100 sogni morti sul lavoro” sarà in via Marconi fino al 2 maggio e, probabilmente poi sarà localizzata in altri luoghi della città. 

di Michele Luongo
© Riproduzione riservata
 (28.03.2012)
Immagine “ Cento Sogni Morti sul lavoro” di Gianfranco Angelico Benvenuto, 2012 byLuongo
www.bluarte.it