Giovedì, 23 Ottobre 2014

Wine

Un fiasco d’arte per il Chianti Ruffino

Un fiasco d’arte per il Chianti Ruf…

Firenze- L’artista francese Clet, conosciuto per le sue installazioni sui c... Leggi tutto

Dogarina, Vini Spumanti G&G

Dogarina, Vini Spumanti G&G

L’azienda vitivinicola Dogarina di Campodipietra (Tv), realtà veneta leader... Leggi tutto

Diciotto Schioppettino di Prepotto in degustazione

Diciotto Schioppettino di Prepotto …

Prepotto (UD) - Conoscere degli ottimi vini è sempre un piacere. Ogni vitig... Leggi tutto

Informazione

Gli opposti, PaoloVI e Bergoglio

Gli opposti, PaoloVI e Bergoglio

E’ imbarazzante oggi per papa Bergoglio beatificare Paolo VI perché è il su... Leggi tutto

La Sanità è d’interesse Nazionale

La Sanità è d’interesse Nazionale

Roma - Posto che la pressione fiscale generata dagli enti locali è aumentat... Leggi tutto

 Svuotato il lago Ampollino

Svuotato il lago Ampollino

Nella vicenda dello svuotamento del Lago Ampollino, in pieno Parco Nazional... Leggi tutto

In Scena

Marangelo, al di là del confine

Marangelo, al di là del confine

Quest’anno l’attore e regista Enzo Marangelo, fondatore dell’Accademia di T... Leggi tutto

Grande Musica Grandi Artisti al Lucerne Festival

Grande Musica Grandi Artisti al Luc…

Lucerna-  L’edizione del Lucerne Festival a Pasqua 2015 sarà dedicata ... Leggi tutto

Bassano con la grande Lirica

Bassano con la grande Lirica

Bassano del Grappa - L’autunno porta a Bassano un nuovo appuntamento con la... Leggi tutto

A+ R A-

Manichini senza testa

Vota questo articolo
(1 Vota)
Manichini senza testa - 5.0 out of 5 based on 1 vote

Milano - In via Guglielmo Marconi, adiacente al Museo del Novecento “100 Sogni - Morti sul lavoro” 100 manichini in tuta da lavoro in marcia, è l’installazione di Gianfranco Angelico Benvenuto:
<< Cento anonime tute vuote, riempiti solo dal vento che dà loro corpo in questo composto cammino senza i colori della speranza di Pellizza da Volpedo.
Perché l’assenza di chi è morto per il lavoro o perché lo ha perso diventi la presenza più autentica e più viva.
Perché almeno il silenzio possa penetrare il muro dell’indifferenza al dolore altrui>>.

L’ordinato corteo di tute da lavoro, senza testa, attrae sono numerosi i passanti e i turisti che si soffermavano ad osservare a commentare l’opera con apprezzamenti positivi, collegando bene la frase riportata con l’installazione.
L’artista comunica - denuncia il dramma sociale delle morti bianche delle magliaie di uomini e donne che ogni anno muoiono lavorando, ma la sua non è una provocazione fine a se stessa, va oltre. La testimonianza della gente che si ferma a riflettere, anche se, per un solo attimo è la risposta di un risultato molto positivo.

L’installazione è stata inaugurata il 23 aprile dall’Assessore alle Politiche per il Lavoro, Sviluppo economico, Università e Ricerca Cristina Tajani alla presenza dell’autore. E’ stata realizzata con il contributo della Cassa Edile di Mutualità ed Assistenza della Provincia di Udine e con il sostegno del Comune di Milano

L’opera “100 sogni morti sul lavoro” sarà in via Marconi fino al 2 maggio e, probabilmente poi sarà localizzata in altri luoghi della città. 

di Michele Luongo
© Riproduzione riservata
 (28.03.2012)
Immagine “ Cento Sogni Morti sul lavoro” di Gianfranco Angelico Benvenuto, 2012 byLuongo
www.bluarte.it