Martedì, 30 Settembre 2014

Wine

Medaglia d’Oro alla Malvasia di Lipari della Fenech

Medaglia d’Oro alla Malvasia di Lip…

Sarre (Valle d'Aosta) - 22° Concorso Internazionale Vini di Montagna, le de... Leggi tutto

Vendemmia vini Sicilia, buona l’annata

Vendemmia vini Sicilia, buona l’ann…

Palermo - Il giudizio è unanime: da Marsala, a Siracusa, dall'Etna a Vittor... Leggi tutto

Corona d’Oro al Ruche’ Prima Decade

Corona d’Oro al Ruche’ Prima Decade

Ennesimo e prestigioso riconoscimento per l'azienda Montalbera della Famigl... Leggi tutto

Informazione

Telecom, una lunga storia

Telecom, una lunga storia

Roma - La storia di Telecom Italia può essere raccontata come metafora del ... Leggi tutto

Lottizzazioni, la piena scopre gli interessi

Lottizzazioni, la piena scopre gli …

Ravenna - La eccezionale piena del fiume Lamone di sabato mattina provocata... Leggi tutto

Senza critica, senza espressione di opinione non c’è Libertà

Senza critica, senza espressione di…

Roma - Rispetto a domenica scorsa qualcosa inizia a muoversi e se fino a qu... Leggi tutto

In Scena

 Una stagione di passione teatrale

Una stagione di passione teatrale

Lonigo (VI) - Il Teatro dei sentimenti abita qui. Una stagione di passione ... Leggi tutto

Pittori siciliani

Pittori siciliani

Oltre 100 opere di artisti siciliani o stabilmente attivi in Sicilia sul te... Leggi tutto

Creatività, allestimenti, nuova stagione di Opera e Danza

Creatività, allestimenti, nuova sta…

Bolzano - La Fondazione Teatro Comunale e Auditorium Bolzano presenta il pr... Leggi tutto

A+ R A-

Al Teatro Grande la Mahler

Vota questo articolo
(6 Voti)
Al Teatro Grande la Mahler - 4.8 out of 5 based on 6 votes
Brescia - Nell’ambito del 49°Festival pianistico Internazionale di Brescia e Bergamo, “Brahms, il conservatore progressista” al Teatro Grande una serata di assoluta qualità, il concerto tenuto dalla Mahler Chamber Orchestra, per l’occasione direttore e pianista è il norvegese Leif Ove Andsnes (martedì 15 maggio 2012). La Mahler Chamber Orchestra è un ensemble di musicisti che provengono da 20 nazioni diverse, con direzione a Berlino e sedi di residenze a Ferrarra, Nord-Reno Vestfalia, a Lucerna. Una orchestra di massimo livello artistico, itinerante, internazionale tenuta a battezzo da Claudio Abbado è considerata una delle migliore orchestre al mondo. Nel 2011 è stata nominata Ambasciatrice Culturale dell’Unione Europea.

Nella bellissima cornice del Teatro Grande musica di Ludwig van Beethoven con il Concerto nr.1, in do maggiore per pianoforte e orchestra op.15, e il Concerto nr.3, in do minore per pianoforte e orchestra op.37, e Igor stravinsky.

S’inizia con il concerto n.1 in do maggiore con i tre movimenti: Allegro con brio, Largo, Rondò.Allegro scherzando. Ed è subito una primavera di note che mette in evidenza la bravura dell’orchestra. Poi il pianoforte con armonia, delicato da voce alle note realizzando uno straordinario linguaggio con l’orchestra che lascia una sola espressione: Bravi.

Nell’Apollon Musagèt di Stravinskyi i musicisti in piedi ci lasciano una incantevole espressione musicale ricca di tensione.

Durante l’intervallo si ha notizia di un’intensa pioggia, una signora, rassicurante, ora c’è Beethoven e smetterà di piovere. Siamo nella seconda parte dello spettacolo è in scena l’esecuzione del Concerto nr.3 in do minore per pianoforte e orchestra op.37 di Ludwing van Beethoven. Ancora una volta l’orchestra mostra la sua abilità espressiva regalandoci strati di bellissima musica. Qui il pianoforte è più deciso, a volte quasi aggressivo, ma meravigliosamente in sincronia con l’orchestra e in un turbine di note ci travolgono in uno straordinario finale .

Leif Ove Andsne al piano ci ha regalato momenti di poesia, di sinfonia, di tensione e di una straordinaria melodia dando parole alle note del piano. Ha diretto la Mahler Chamber Orchestra nel modo migliore, una perfetta simbiosi di dialoghi strumentali, un meraviglioso spettacolo. Lunghi applausi ne hanno sottolineto l’esibizione, un bis, un assolo al piano, quasi un invito a ricominciare.

Per la cronaca dopo il concerto ha smesso di piovere, saranno state le note di Beethoven?

 
di Michele Luongo
© Riproduzione riservata
   (18.05.2012)
www.bluarte.it