Martedì, 23 Settembre 2014

Wine

 Vinitaly per l’Expo 2015

Vinitaly per l’Expo 2015

Verona - A pochi mesi dall’assegnazione al Vinitaly dell’incarico per la re... Leggi tutto

Ferrari Perlé, la migliore del mondo

Ferrari Perlé, la migliore del mond…

Trento - Sono firmate Ferrari le migliori bollicine al mondo, Champagne a p... Leggi tutto

Vino senza alcool, ma d’oro

Vino senza alcool, ma d’oro

La crisi colpisce europei e americani. Ma le cose non vanno proprio così ai... Leggi tutto

Informazione

Ma che cavolo sta succedendo

Ma che cavolo sta succedendo

Che diavolo sta succedendo in Italia? Perchè pur tra tante manovre corre... Leggi tutto

Il cammino di Jack Ma

Il cammino di Jack Ma

Quando si emigra, l'obiettivo di molti è quello di ritornare a casa, portan... Leggi tutto

Minori, singolare sentenza

Minori, singolare sentenza

È la singolare pena inflitta dal Magistrato dei minorenni Reto Medici a un ... Leggi tutto

In Scena

Creatività, allestimenti, nuova stagione di Opera e Danza

Creatività, allestimenti, nuova sta…

Bolzano - La Fondazione Teatro Comunale e Auditorium Bolzano presenta il pr... Leggi tutto

Grande Grande Massimo Ranieri

Grande Grande Massimo Ranieri

Trento - Non nascondo che mi sono perso la prima edizione dello scorso anno... Leggi tutto

La mostra su Pintoricchio

La mostra su Pintoricchio

San Gimignano (SI)- Nella Pinacoteca civica una mostra dedicata al pittore ... Leggi tutto

A+ R A-

Bahrami Bach Mercelli

Vota questo articolo
(4 Voti)
Bahrami Bach Mercelli - 5.0 out of 5 based on 4 votes
Bassano del Grappa (VI) - Un atteso e gradito ritorno quello di Ramin Bahrami, indiscusso interprete di Bach, al Teatro Remodini nell’ambito di Operaestate Festival Veneto 2012. Ramin Bahrami e Massimo Marcelli, pianoforte e flauto per una serata dedicata al grande compositore.
In programma le quattro Sonate per flauto e tastiera: la Sonata in Sol min BWV 1020, la Sonata in La mag BWV 1032, la Sonata in mib mag BWV 1031, e la Sonata in si min BWV 1030, tutte in tre movimenti, di JohannSebastian Bach, e già dalle prime note ci si rende conto della poesia della musica, e della naturale simbiosi degli interpreti. Ramin Baharami e il flautista Massimo Mercelli, dialogano con spontaneità, costruendo una serata musicale di grande fascino. Sensibilità, stile, tecnica, irradiano bellezza artistica, multiforme, cosmopolita, com’è Bach.

Ramin Bahramin e completamente immerso in Bach, le dita sulla tastiera sono di un’estrema delicatezza quasi volteggianti, brillanti, ma eseguono sempre con assoluta maestria, pulita, ricca di comunicazione e le note risuonano maestose, è il suo Bach .
Massimo Mercelli, ci regala un’armonia sonora di primo’ordine. Eleganza, precisione e nitidezza, stile e intima melodia, è la voce del flauto ( il suo flauto è di legno).

Atmosfera e ricca, intensa, profonda, un’interpretazione che accoglie lunghi applausi e bis in serie. Così ancora una sonata a quattro mani scritta nella parte del pianoforte da Bach figlio e nella parte del flauto da Bach padre. Ed ancora l’aria sulla IV corda di Bach, nella versione pianistica di Bahrami, eseguita in memoria delle vittime del terremoto in Emilia.

Poi il silenzio per una serata straordinaria con la consapevolezza che la vera musica ancora una volta ha riempito l’anima.

di Michele Luongo
© Riproduzione riservata
    (26.07.2012) 
www.bluarte.it

Immagine: Ramin Bahramin e Massimo Mercelli ©Luongo, Bassano2012