Venerdì, 18 Aprile 2014

Wine

Il Patrimonio del vino italiano

Il Patrimonio del vino italiano

Verona - Il settore enologico ha assunto un ruolo sempre più importante nel... Leggi tutto

Tra i padiglioni di Vinitaly

Tra i padiglioni di Vinitaly

Verona – Vinitaly ha un fascino unico ed è una straordinaria vetrina intern... Leggi tutto

Per l’Expo il Padiglione del Vino

Per l’Expo il Padiglione del Vino

Verona - Vinitaly, rassegna di riferimento a livello internazionale nel set... Leggi tutto

Informazione

Lavoratori con diritti ridotti

Lavoratori con diritti ridotti

Roma - Con il termine Riforma si intendono quelle politiche evolutive e riv... Leggi tutto

I disoccupati non sono cavie

I disoccupati non sono cavie

Roma - La disoccupazione giovanile è un problema serio, ma quello di chi pe... Leggi tutto

Commissioni sui conti in rosso

Commissioni sui conti in rosso

Le commissioni applicate sui conti in rosso erano illegali, quindi vanno re... Leggi tutto

In Scena

Perilli. La Processione

Perilli. La Processione

Chieti - nella Sala Cascella della Camera di Commercio di Chieti, verrà ina... Leggi tutto

Medma a Rosarno il Museo

Medma a Rosarno il Museo

Catanzaro - Locri Epizefiri fu l’ultima fondata in ordine di tempo delle gr... Leggi tutto

Segre accarezza le corde

Segre accarezza le corde

Trento -  Nell’ambito del primo Festival Chitarristico “Sei Corde per ... Leggi tutto

A+ R A-

I Virtuosi Italiani a Venezia

Vota questo articolo
(0 Voti)

Venezia - Dopo il successo della passata edizione I Virtuosi Italiani tornano nella Chiesa di Vivaldi a Venezia. Sono 101 i concerti dal 23 marzo 2012 fino a gennaio 2013 con cui l’orchestra veronese capitanata dal violinista Alberto Martini rinnova la magia di uno dei luoghi più suggestivi di Venezia, la Chiesadella Pietà, memoria del talento musicale di Antonio Vivaldi. Nell’adiacente “Ospedale”, egli operò tra il 1704 e il 1740 come maestro di violino e viola, componendo per le orfane cresciute all’interno dell’Istituzione benefica, straordinarie interpreti dalla fama internazionale. 

La nuova stagione concertistica de I Virtuosi Italiani alla Chiesa della Pietà è ancora una volta nel segno di Antonio Vivaldi, ma non solo, come spiega il direttore artistico dell’orchestra veronese, il violinista Alberto Martini: «Eseguiremo le pagine più note e amate di Antonio Vivaldi affiancate da alcuni inediti, in un percorso che racconterà il barocco veneziano ma anche molto altro». Sarà così possibile ascoltare l’integrale de L’Estro Armonico op. 3, raccolta di dodici concerti che portarono in tutta Europa la fama del “Prete Rosso”, de La Stavaganzaop. 4, de Il Cimento dell’Armonia e dell’invenzione op. 8, nota per i primi quattro concerti meglio conosciuti come “Le quattro stagioni”, i Concerti per flauto op. 10 e I Concerti per le Solennità ma anche gli inediti Concerti di Dresda, pagine di Nino Rota, W. A. Mozart e Cantate di Nicola Porpora ritrovate nella Biblioteca del Conservatorio di Napoli e mai eseguite in tempi moderni.

I Virtuosi Italiani saranno anche protagonisti l’11 maggio 2012 della terza edizione del Concerto di Primavera organizzato dall’Istituto Provinciale per l'Infanzia “Santa Maria della Pietà”, evento che apre le porte della Chiesa della Pietà a tutta la cittadinanza offrendo un concerto ad ingresso gratuito. In quest’occasione prenderà forma la nuova collaborazione tra I Virtuosi Italiani e lo scrittore veneziano Tiziano Scarpa, autore di “Stabat Mater”, romanzo vincitore nel 2009 del prestigioso “Premio Strega”: le parole del libro lette dallo stesso autore risuoneranno per la prima volta nel luogo a cui sono ispirate, arricchite dalle note di Vivaldi eseguite dai Virtuosi Italiani.

La Chiesadella Pietà è anche luogo di interesse artistico-architettonico, con la sua facciata marmorea e il grandioso affresco sul soffitto di Gianbattista Tiepolo, La gloria o L’incoronazione di Maria Immacolata, eseguito tra il 13 luglio 1754 e il 2 agosto 1755. Per meglio contestualizzare la proposta musicale il pubblico potrà anche visitare il piccolo museo e le cantorie, comprendendo come le orfane vivevano, come erano istruite, e facendo luce su importanti aspetti di un’Istituzione che ha svolto un servizio unico per la città dal XIV secolo.

I Virtuosi Italiani sono una delle formazioni più attive e qualificate nel panorama musicale internazionale. La loro attività discografica è ricchissima, con più di cento CD registrati ed oltre 400.000 dischi venduti in tutto il mondo. Tra i premi discografici ricevuti: “Cinque stelle - Premio Goldberg”, “Diapason d’or”, “Choc de la Musique” della rivista francese Le Monde de la Musique, oltre a vari “5 Stelle” della rivista italiana Musica. L'ensemble si è esibito nei più importanti teatri e enti musicali italiani e in tournées in tutta Europa, in Iran, Corea, Stati Uniti d’America, Sud America. Tra gli impegni recenti più rilevanti, il Concerto offerto dal Presidente del Senato della Repubblica Italiana e teletrasmesso in diretta da RAI 1, il “Concerto per la Vitae per la Pace” (Roma, Betlemme e Gerusalemme) trasmesso dalla RAI in mondovisione, il Concerto presso la Sala Nerviin Vaticano alla presenza di S.S. Papa Benedetto XVI, il concerto alla Royal Albert Hall di Londra a marzo 2010.

I Virtuosi Italiani hanno all’attivo collaborazioni con artisti del calibro di Chick Corea, Goran Bregovic, Michael Nyman, Ludovico Einaudi, Franco Battiato, Giovanni Allevi, Uri Caine, Paolo Fresu e Richard Galliano. La trasversalità, uno dei segni distintivo dell’orchestra che affronta con successo sia il repertorio classico che collaborazioni con artisti di musica “altra”, è ben decritto dalle parole del critico musicale del Corriere della Sera Enrico Girardi: «I Virtuosi Italiani sono un ensemble di assoluto valore. Affrontano il barocco, il classico e il contemporaneo non solo con disinvoltura, ma con una grinta, uno smalto e una "adrenalina"che produce vita e tensione senza portare oltre i limiti di una saggia pertinenza stilistica».

I Virtuosi Italiani sono ideatori ed interpreti di una Stagione Concertistica a Verona, giunta alla XIII edizione, che si svolge nei prestigiosi spazi della Sala Maffeiana e del Teatro Filarmonico. A questa viene affiancata una Stagione di Musica Sacra con il contributo e il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Verona e con la collaborazione del Museo Diocesano d’Arte di San Fermo.

CALENDARIO:
Marzo
venerdì 23,30
sabato 24,31
domenica 25

Aprile
giov 5
ven 6,13, 20, 27
sab 7,14,21,28
dom 1,8,15,22,29
lun 9,23

Maggio
ven 4,11, 18, 25
sab 5,12,19,26
dom 6,13,20,27

Giugno
ven 1,8,15,22,29
sab 2,9, 16, 23, 30
dom 3,10,17,24

Luglio
ven 6,13
sab 7,14
dom 1,8,15

Agosto
ven 24
sab 25
dom 26
ven 31

Settembre
giov 13, 20, 27
ven 7,14,21,28
sab 1,8,15,22,29
dom 2,9,16,23,30

Ottobre
ven 5,12,19,26
sab 6,13,20,27
dom 7,14,21,28

Novembre
giov 1
ven 2,9,16
sab 3,10, 17
dom 4,11,18

Dicembre
merc 26, giov 27, ven 28, sab 29, dom 30,lun 31

Gennaio 2013
mart 1

Informazioni:
tel. +39 349.7549303


  Redazione
(17.03.2012)
www.bluarte.it