Alitalia, interesse a spezzatino

0 voti
image_pdfimage_print

Alitalia: interesse da Ryanair e Lufthansa per “spezzatino. Cresce la preoccupazione, il ministro Graziano Delrio: sono fiducioso.  

di Mariangela Tessa

 

Alitalia, interesse a spettinoTra i possibili acquirenti di Alitalia ci sarebbero anche Ryanair e Lufthansa. Cosi secondo le prime indiscrezioni successive all’apertura delle 32 le manifestazioni d’interesse presentate per l’acquisto della compagnia aerea intera o a pezzi.

Lufthansa ammette tuttavia di non voler comprare tutta la ex compagnia di bandiera, ma di pensare solo alla flotta. Stesso discorso vale per Ryanair, alla quale fanno gola alcune tratte.

Aperte le buste ora si procederà alla valutazione dei soggetti e delle proposte in base ai contenuti del bando. Oltre ai requisiti di legge, chi si propone deve avere anche lo status economico adeguato.

Di certo cresce la preoccupazione per il rischio che l’aviolinea finisca venduta come uno “spezzatino”, con i suoi asset più pregiati a prezzi di saldo. Ipotesi che i commissari proveranno ad evitare, per salvaguardare il marchio e soprattutto i lavoratori.

Ovviamente lo “spezzatino” preoccupa i quasi 12 mila dipendenti. Oggi a questo proposito nella sede del ministero del Lavoro, Giuliano Poletti ha convocato i sindacati per un esame sulla procedura di cassa integrazione straordinaria (Cigs) aperta dai commissari nominati dal governo che, in questa prima fase, riguarda solo 1.300 dipendenti, ma alla fine potrebbero essere molti di più.

Ottimista il ministro dei trasporti Graziano Delrio che ha affermato: “Sono fiducioso come lo sono sempre stato. Ho sempre detto che si troverà una soluzione a questa crisi industriale”.

Per quanto riguarda i prossimi step, fino a metà giugno i commissari esamineranno i requisiti di chi si è fatto avanti e scartano chi non li ha. Poi sarà la volta della “data room”, quando Alitalia renderà noti ai potenziali compratori una serie di dati riservati, tra cui i debiti. Le offerte non vincolanti vanno presentate entro fine luglio.

La fase seguente sarà la gara e la valutazione delle “offerte vincolanti” entro fine ottobre. In ogni caso i commissari possono scegliere di tornare sul mercato per vedere se qualcuno, finora alla finestra, fosse interessato a un eventuale acquisto per evitare proprio lo spezzatino. (  http://www.wallstreetitalia.com/  )

 

    Generica
 (08/06/2017)

 

 

ViaCialdini è su www.facebook.com/viacialdini e su Twitter: @ViaCialdini