Specialty Food Association in visita a Parma

1 voto
image_pdfimage_print

Gli Stati Uniti in visita a Parma: una delegazione ufficiale dell’americana “Specialty Food Association” nella Città Creativa della Gastronomia UNESCO.
Redazione

 

Specialty Food Association in visita a Parma
Il Presidente dalla Speciality Food Association Phil Kafarakis, e il Sindaco di Parma Federico Pizzarotti

Parma ha accolto ieri una delegazione dell’Associazione americana Speciality Food, realtà non-profit fondata a New York nel 1952, che rappresenta più di 3.500 produttori e commercianti di specialità alimentari di alta gamma.

Il Sindaco Federico Pizzarotti ha dato il benvenuto agli operatori statunitensi nell’esclusiva cornice del Ridotto del Teatro Regio. «È un privilegio accogliere una delegazione della Specialty Food Association Americana. Parma, Città Creativa della Gastronomia UNESCO, è lieta di poter continuare in maniera fattiva nel percorso di promozione continentale e nei mercati d’oltreoceano delle sue specificità culturali e gastronomiche con operatori di assoluta rilevanza, come i nostri graditi ospiti americani in visita oggi».

Guidata dal Presidente dalla Speciality Food Association Phil Kafarakis, la delegazione si è trattenuta a Parma l’11 e il 12 maggio per conoscere le specificità del Ducato sotto il profilo culturale, produttivo e agroalimentare, con visite tecniche a un caseificio, un prosciuttificio e ad ALMA, la Scuola Internazionale di Cucina Italiana.

 «È stata un’esperienza unica – dichiara il Presidente della Specialty Food Association Phil Kafarakis. – A nome del board della Specialty Food Association e dei buyers che hanno preso parte alla missione, desidero ringraziare il Sindaco di Parma Federico Pizzarotti e il CEO di Fiera Parma Antonio Cellie. L’Italia  rappresenta, per noi che ci occupiamo di promozione del food, un punto di riferimento. La sua cultura, la sua storia e la qualità del suoi prodotti sono un must per tutto il mondo. Questa è la prima di tante missioni che la SFA farà in Italia – conclude Kafarakis. – Fare educational per i buyers americani rientra sempre di più nella mission della Specialty Food Association».

La due giorni di tour è stata organizzata in stretta collaborazione e sinergia fattiva tra il Comune di Parma, Fiere di Parma e Parma Alimentare.

«Per Fiere di Parma è stato un privilegio supportare il Comune in questa attività, dando il benvenuto ai membri della SFA organizzatori di Fancy Food, la principale fiera del settore alimentare in USA. Siamo davvero entusiasti della connessione diretta che si è creata in questi due giorni tra la SFA e la città di Parma – ha dichiarato Antonio Cellie, CEO di Fiere di Parma. – Le ragioni di convergenza tra Parma, CIBUS e Fancy Food sono molteplici. Innanzitutto la natura “premium” delle nostre manifestazioni, nonché la comune missione di divulgare (presso i retailers e la ristorazione di tutto il mondo) la cultura del cibo di qualità, Italiano ma non solo. Infatti da una progressiva crescita globale della cultura alimentare il Food Made in Italy potrà trarre un enorme beneficio e avere un alleato come la Specialty Food Association sarà decisivo per consolidare la crescita del nostro export».

L’iniziativa si inserisce nel quadro delle attività di networking e relazione che la città di Parma sta sviluppando per rafforzare la propria rappresentatività, a livello nazionale ed estero, come capitale della Food Valley italiana e città nazionale UNESCO in ambito gastronomico.

 

    Redazione
  (13/05/2017)

 

 

ViaCialdini è su www.facebook.com/viacialdini e su Twitter: @ViaCialdini