Tortellino e vino un felice Nodo d’amore

4 votes
image_pdfimage_print

Il matrimonio “ Nodo d’amore ” del magnifico tortellino di Valeggio sul Mincio e il favoloso IGT veronese dell’Azienda Farina in Valpolicella. Una splendida sinergia di eccellenze territoriali.
di Michele Luongo

Tortellino e vino un felice Nodo d’amore L’Azienda vinicola Farina a Pedemonte di San Pietro in Cariano, in Valpolicella, venerdì scorso in una piacevole e conviviale serata ha incontrato l’Associazione Ristoratori di Valeggio sul Mincio per unire in un simbolico matrimonio il favoloso Tortellino di Valeggio “ Nodo d’amore ” con lo straordinario vino IGT Trevenezie “ Nodo damore ”, due eccellenze territoriali, due nomi identici, uniti per la passione di fare prodotti di qualità e promuovere la propria terra.

Espressioni territoriali importanti non potevano di certo mancare i testimoni: il Presidente della Provincia di Verona Antonio Pastorello, il Sindaco di Valeggio sul Mincio Angelo Tosoni, il Sindaco di San Pietro in Cariano Accordini Giorgio, il Maestro d’arte orafo, storico Alberto Zucchetta, e naturalmente l’Associazione Ristoratori di Valeggio sul Mincio con la Vice Presidente Nadia Pasquali, e Claudio ed Elena Farina, che con la magnifica tessitura della serata condotta da Fabio Piccoli di Wine Meridian, hanno rilasciato le proprie testimonianze.

Un territorio sorprendente quello della provincia di Verona, e Antonio Pastorello con orgoglio ne sottolinea la presenza di tante eccellenze: “Queste qualità sono come perle, messe insieme formano una collana di grande valore”. Passione e professionalità crescente di un’intera provincia, e quell’insieme: Politica, Credito, Imprenditori, con maggiore coesione proprio come ha auspicato Claudio Farina, e quasi a voler sostenere il suo pensiero, la presenza della rappresentanza delle banche come la Banca Popolare di Verona e del Banco Bpm, sempre più vicine alle aziende vitivinicole.

Il tortellino “ Nodo d’Amore ” nasce a Valeggio sul Mincio, grazie alla maestria artigianale dei ristoratori valeggiani, unici custodi della ricetta segreta. Una sottile sfoglia dorata con carne brasata, una tradizione culinaria storica che ha reso Valeggio famosa nel mondo. Dando un’occhiata alla leggenda, Il “Nodo d’amore” questa è una promessa d’amore mantenuta da parte di Malco un valoroso capitano del ‘300, a Silvia bella Ninfa del fiume Mincio, che inseguiti, decidano si lasciare la terra e vivere nelle acque del fiume, prima di lanciarsi lasciano un fazzoletto di seta  dorato, simbolicamente annodato dai due amanti, per ricordare il loro eterno amore.

Il Rosso Trevenezie IGT “ Nodo d’Amore ”  dell’Azienda Farina prende il nome dai tre nodi raffiguranti, sullo storico stemma di famiglia, incisi nella pietra di volta all’ingresso della tenuta quattrocentesca dell’azienda a Pedemonte. Il vino è un incontro tra la Corvina fresca, uva autoctona della Valpolicella, con il Teroldego e il Merlot appassiti per una ventina di giorni. Un bel rosso rubino, sentore di rosa, frutti rossi, note di cannella balsamiche, avvolgente, intenso e persistente, 14% gradi e ha una straordinaria freschezza e si lascia bere magnificamente.

Bottiglia elegante, curata, non è un caso che l’etichetta del “Nodo d’amore” Trevenezie Igt Rosso 2016, al 22° Concorso Internazionale Packaging, Vinitaly 2018, nella categoria “Confezioni di vini rossi tranquilli a denominazione d’origine e a indicazione geografica delle annate 2017 e 2016”, ha vinto il Premio “L’Etichetta d’oro”.

Claudio Farina ha mostrato agli ospiti un bel video che coniuga, simbolicamente, le due eccellenze territoriali nella loro semplicità, cioè il valore delle mani, cosi come nell’impastare il tortellino, si lavora la terra, il vigneto, l’uva. Poi, tralasciando la propria scaletta ha solo aggiunto che in quel momento della presentazione del matrimonio del tortellino e il vino “Nodo d amore” aveva capito  dell’’importanza di quest’unione, due eccellenze conosciute nel mondo e del valore di quella sinergia, un fattore importante.

Il matrimonio vedrà i suoi primi sviluppi delle due eccellenze enogastronomiche, quando il vino e il tortellino “Nodo d amore” saranno protagonisti il prossimo 19 giugno all’appuntamento internazionale sul ponte visconteo di Borghetto sul Mincio per la tradizionale e celebra cena.

I Tortellini di Valeggio sul Mincio sono davvero insuperabili, un sapore unico, intenso, una meraviglia, un naturale e perfetto abbinamento con il vino dell’Azienda Farina “ Nodo d’amore ”. Sì, era proprio un matrimonio da fare.

Azienda Farina 
Viale Alberto Bolla, 11, 37029 Pedemonte – San Pietro in Cariano Verona 
Tel. 045 770 1349 ––   http://www.farinawines.com/

 

di Michele Luongo ©Riproduzione riservata
                  (08/05/2018x)

 

 

ViaCialdini è su www.facebook.com/viacialdini e su Twitter: @ViaCialdini