Oro del Garda, Olio del Garda DOP 2016

9 voti
image_pdfimage_print

Warda Garda, l’Oro del Garda, il “Festival dell’Olio Garda DOP, i vincitori Azienda Agricola Paolo Vezzola di San Felice del Benaco; Azienda Madonna delle Vittorie di Arco.  Premio di potatura Giorgio Bargioni a Luigi Ghitti, di Sale Marasino (BS).  
di Michele Luongo

 

Cavion-Veronese-OlioGardaDop-3-byLuongo-03092016Nella magnifica Corte Torcolo a Cavion Veronese, sapientemente restaurata e resa  fruibile al pubblico con innumerevoli iniziative culturali nonché sede della Biblioteca comunale, della Pro Loco e del Consorzio di Tutela dell’Olio DOP del Garda, sabato 3 e domenica 4 settembre è in scena WardaGarda,  il primo “Festival dell’Olio Garda DOP nel suo entroterra”.

Il Lago di Garda ha un clima tipicamente mediterraneo- mitigato, qui l’olivo ha trovato un habitat ideale. La sua presenza trova una testimonianza storica in un editto del 643 che applicava sanzioni pecuniarie a coloro che venivano sorpresi a danneggiare le piante di olivo nei villaggi attorno al Garda. Quindi si parla di tutta l’area circostante al Lago di Garda, non a caso i produttori dell’oro del Garda, sono suddivisi in sessantasette comuni e interessano tre province: Verona, Brescia e Trento, per circa ottanta etichette; le cultivar più diffuse sono Casalina, Frantoio e Leccino. Grazie al fattore climatico, alla particolarità del territorio, e alla laboriosità dei produttori l’Olio Extravergine del Garda DOP  per le sua qualità nutrizionali, sensoriali e gustative lo pone tra l’eccellenze italiane.

Nel 1997,  l’olio extra vergine di oliva Garda ha ottenuto dall’Unione Europea il riconoscimento di Denominazione di Origine Protetta, oggi difesa e valorizzata dal Consorzio di Tutela che riunisce ben 468 soci di olivicoltori, molitori e i confezionatori che operano all’interno della zona di produzione Garda D.O.P. e li sopporta nella loro attività dal punto di vista tecnico e promozionale.

Nella mattinata di Sabato 3 settembre, un’interessante tavola rotonda dal tema “Olioturismo, forme e percorsi dei nuovi turisti”, con la partecipazione di  Andrea Bertazzi, Presidente Consorzio Olio Garda DOP; Verona Garda Bike, Ente per la promozione del cicloturismo con Raffaele Boscaini,  la scrittrice Elena Pigozzi, e Luigi Caricato di Olioofficina, come moderatore.

Il Lago di Garda ha una naturale attrazione turistica internazionale, ma il suo entroterra ha scorci di paesaggi unici e una realtà produttiva di alta qualità. Boscaini ne evidenziava il successo dei percorsi cicloturisti con la realizzazione di mappe che interessano tutta l’area circostante, il Lago di Garda. Andrea Bertazzi, presidente del Consorzio Olio Garda DOP,  lancia il messaggio ai produttori di poter fare di più organizzando visite presso le proprie aziende, e del fare insieme. La scrittrice Elena Pigozzi ricorda nei suoi romanzi i colori dei paesaggi del territorio veneto.

Cavion-Veronese-OlioGardaDop-7-byLuongo-03092016
Oli premiati

Prima di nominare i vincitori del Premio L’ORO DEL GRADA 2016, il Presidente del Consorzio, ha spiegato che al premio è stato affiancato la prima edizione del Concorso Giorgio Bargioni. Al fine di porre a centro l’olivicoltura e l’importante lavoro che soci e produttori fanno in oliveto. Pertanto il Premio di potatura Giorgio Bargioni è andato a Luigi Ghitti, di Sale Marasino (BS).   

Gli extravergine Garda Dop, della campagna olearia 2015 sono stati esaminati alla cieca da una giuria di assaggiatori professionisti.  I Vincitori della 4° Edizione L’ORO DEL GARDA 2016,  il Premio ai Migliori Oli del Garda:

Per la categoria fruttato leggero
Primo Classificato l’Olio Garda Bresciano DOP dell’Azienda Agricola Paolo Vezzola di San Felice del Benaco (Bs);
Secondo classificato l’olio Garda Bresciano DOP della Cooperativa Agricola San Felice del Benaco di San Felice del Benaco (Bs);
Terzo classificato l’olio Garda Orientale DOP dell’Azienda Franzini Sas di Cavaion Veronese;
Quarto classificato per la Società Agricola Il Cavaliere con l’Olio Garda DOP Bresciano;
Quinto classificato per  l’Azienda Agricola Costadoro di Lonardi Valentino di Bardolino (Vr). 
Per la categoria fruttato medio:
Primo classificato l’Olio Garda DOP Trentino dell’Azienda Madonna delle Vittorie di Arco (Tn);
Secondo classificato con l’Olio Garda DOP Trentino dell’Agraria Riva del Garda di Riva del Garda (Tn).

In occasione del Festival dell’Olio Garda DOP, la Corte Torcolo con il suggestivo giardino con opere d’arte e Olivi, e la bell’area dell’Anfiteatro, ha fatto da splendida cornice agli olivicoltori e produttori della realtà veneta con degustazioni, show coking, banchi di assaggio, musica, convegni. Molto seguito l’incontro con Bruno Bassetto, maestro macellaio, per la riscoperta dei sapori della carne. E il caratteristico Aglio bianco Polesano DOP e l’insalata di Luisa la sola lattuga d’Europa con il marchio IGP.  Un banco di straordinaria bontà quello del Formaggio Asiago DOP, fresco, stagionato ha sempre un sapore genuino, una garanzia di qualità. Nella Sala Turri, invece,  da non perdere la mostra personale a tema dell’olivo dell’artista Marini.   

La manifestazione del WardaGarda – Festival dell’Olio del Garda Dop, ha notevoli prospettive di crescita proprio nel contesto della particolarità del territorio. E’ indispensabile che alle iniziative del Consorzio e delle Istituzioni segua una maggiore partecipazione da parte dei produttori soprattutto nel fare rete, sistema e creare circuiti d’interesse.   (  www.wardagarda.it   –  www.oliogardadop.it   )

 

di Michele Luongo ©Riproduzione riservata
                  (05/09/2016)

 

 

 

ViaCialdini è su www.facebook.com/viacialdini e su Twitter: @ViaCialdini