Dove s’è rintanata l’anima cieca

9 voti
image_pdfimage_print

Acqua, lava la terra dai pensieri. Artefici di contaminazioni. Ingolla toni chiari e tinte scure, non ti curare delle differenze, travolgi, con i deboli, i guerrieri. Trascina i pregiudizi e le sentenze, liberando dall’uomo le paure.  ( di Pietro Mastroberardino )

 

Mastroberardino-origine-dei-sensi… Piero Mastroberardino nasce, si sporge lieto e fiero da questa costola, da quest’ebbrezza in fabula; e dipinge-tratteggia le parole di questa luce, pennella il lessico in travaglio di questo nostro eterno, rapinoso romanticismo che chiede al Simbolo di assomigliare al vero, di difenderlo, o invoca perfino ad ogni ombra d’ermetismo di cullare il palpito e l’emergenza sfiatata, affiatata di un cuore che trova meglio se stesso se si annulla e insieme si raddoppia con il respiro di un altro, due cuori in uno, come poesia di un dipinto, il quadro di una poesia, il bacio che unisce in un solo medesimo amore due innamoramenti, due percorsi, due destini di terra e stelle: “Tramandiamoci ancora/ come gioco selvaggio/ impietoso eppur triste di poesia/ quel fuoco inestinguibile…/ inestinto”.
Quattro le sezioni di questo libro in continuum, di questo viaggio All’origine dei sensi tra “compenetrazioni” liriche e visualizzazioni interiori ( “Come soffio nell’anima”, “Nella scia bianca d’una luna”, “ Nel manto d’una notte”, “Tra il cielo e me”), insomma tra lo sguardo di dentro e il mondo di fuori, l’iconografia appassionata dettata dalle parole ed il discorso amoroso ( Roland Barthes docet!) che è da sempre continuamente frammentato, e spetta solo al cuore di poter riunire, aggregare a sentimento, a rapporto etico/estatico, duttile ma radicato, fulgido e sapiente…  ( dall’introduzione di Plinio Perilli )

 

Dove s’è rintanata

L’anima cieca

E sorda

E muta

Che ti raggela dentro

E ti lascia guardare la ferita

Con occhio fermo e asciutto

Senza nebbie.

Dove…

“”

Sto in ascolto.
L’eco mi giunge

Dei mie silenzi.

Attesa,
non annuncio,

né svolta.

Fuori le inerzie,

lunghe pause,

suoni abortiti,

segni smorzati.

Gela l’anima

Dentro quella muta.

Muta.

di  Piero Mastroberardino

….. tratto dal libro  “ All’origine dei sensi” di  Piero Mastroberardino , edizioni Tracce, Pescara, pag.94 , euro 13,00  ISBN 978-88-7433-990-731.03.2015

 

    Redazione
 (03/04/2015)

 

ViaCialdini è su www.facebook.com/viacialdini e su Twitter: @ViaCialdini