Gabrielli, la felicità è come una farfalla

4 votes
image_pdfimage_print

Paola Gabrielli, “Abbiate coraggio di traghettare le vostre emozioni da una sponda all’altra del lago”. Un viaggio tra le emozioni, un cavalcare le onde della propria interiorità. La felicità è come una farfalla.
di Michele Luongo 

Gabrielli, la felicità è come una farfalla
Paola Gabrielli

Dialogo con la scrittrice Paola Gabrielli, autrice del romanzo “I sommersi e i salvati” e del libro “L’ombra di Omero”. Manuale per conquistare la Felicità e tenersela stretta. Un viaggio attraverso la pittura di mandala e la scrittura creativa.

Paola Gabrielli, passione per la lettura, l’arte, la natura, cosa ha acceso quella per la scrittura

La passione per la scrittura mi ha sempre accompagnata fin da bambina, da quando cioè ho iniziato a riempire i primi quaderni d’appunti. Un’ attitudine che negli anni si è affinata con gli studi e la ricerca. Tesi di laurea in storia dell’arte contemporanea, e successivamente specializzata nell’insegnamento della pittura Mandala.

Quindi nella sua scrittura troviamo un legame con l’arte?

Si. Nel romanzo “I sommersi e i salvati”, il luogo dell’azione cambia e si modifica continuamente sotto la spinta della ricerca di un oggetto del desiderio: un quadro scomparso, bizzarro, dipinto da Magritte durante la Seconda guerra mondiale. Nel saggio “L’Ombra di Omero”, invece, cambia completamente la prospettiva: l’arte, attraverso la pittura di mandala e la scrittura creativa diviene chiave interpretativa del proprio vissuto; si fa mezzo per indagare e portare alla luce la nostra parte di ombra, quel nemico invisibile, che, visto, ci cambia.

Dallo spirito per l’avventura artistica, alla profondità della persona un viaggio molto complesso per fare emergere la luce?

La tematica del viaggio è presente in entrambe le opere: dalle tenebre dell’ignoranza, alla luce della consapevolezza, e il mandala ne è la perfetta manifestazione. Ulisse, è l’uomo di ogni tempo che intraprende un viaggio alla ricerca della propria identità: ciò che noi siamo, tolti tutti gli strati della cipolla che ci rivestono e che ci rendono inautentici.

I Mandala non sono una semplice espressione artistica

Il mandala ha un’origine buddista e induista, tibetana e indiana, che arriva a noi come forma d’arte e di meditazione. Attraverso il mandala possiamo cogliere la nostra essenza nel “qui ed ora”. Non sempre siamo pienamente consapevoli di cosa e come stiamo vivendo, perché abbiamo perso il contatto con i nostri desideri più profondi, quelli che l’anima reclama a gran voce. Il mandala, quindi, riesce a catturare ciò che si muove nell’inconscio e a manifestarlo nell’esterno. Così facendo si attiva un processo di cambiamento che si concretizza nella vita. Compito dell’operatore olistico è quello di interpretare ciò che si manifesta nel mandala attraverso le forme e i colori che vengono utilizzati.

Leggo le sue righe: “Abbiate coraggio di traghettare le vostre emozioni da una sponda all’altra del lago”.

L’Ombra di Omero è un viaggio tra le emozioni, un cavalcare le onde della propria interiorità.

Gabrielli, la felicità è come una farfalla“L ‘Ombra di Omero” Manuale per conquistare la felicità e tenersela stretta”, troviamo anche un po’ della sua ombra? 

Il dato biografico è sempre presente nelle opere dell’autore, anche se trasfigurato nella scrittura. Però, non dobbiamo tanto chiederci quanto dell’autore passi nella sua opera, cercando con la lente d’ingrandimento, particolari più o meno interessanti della sua vita, ma quanto, quello che ha scritto, si rifletta nel lettore, andando in risonanza con il suo vissuto.

Che cos’ è la felicità per Paola Gabrielli?

La felicità è come una farfalla: mobile, effimera, ma preziosa. È un percorso continuo di metamorfosi che porta a sviluppare resilienza e bellezza profonda anche nelle piccole cose. In quest’ottica possiamo dire di “tenercela stretta”. Una domanda che vorrei porre ai lettori dell'”Ombra di Omero”. E voi cosa ne pensate? Aspetto le vostre osservazioni.

E i lettori possono rispondere, annotare sulle pagine del “L ‘Ombra di Omero”, una lettura creativa, partecipativa?

I lettori possono annotare le loro riflessioni sul testo, ma postare le osservazioni sulla mia pagina Facebook: Paola Gabrielli scrittrice.

Come sarà il XXI secolo secondo Gabrielli?

Una presa d’atto di responsabilità di fronte alle criticità sociali, economiche e ambientali.

Paola Gabrielli “L’ombra di Omero” 
Fontana Editore, 2018
Pag. 288,  Euro 19,99  ISBN: 9788898750528 
https://fontanaeditore.com/it/shop/i-saggi/lombra-di-omero.html 

 

di Michele Luongo ©Riproduzione riservata
                  (09/04/2020)

 

 

ViaCialdini è su www.facebook.com/viacialdini e su Twitter: @ViaCialdini