Il pasticcio di Giovanni Dallàn

0 voti
image_pdfimage_print

Il pasticcio di Giovanni Dallàn, è un libro che invita alla riflessione più che all’evasione, alla piena coscienza di chi siamo. Ma è anche uno sguardo rivolto verso i nostri possibili orizzonti.
di Tatiana Vanini

 

Il pasticcio di Giovanni DallànUn saggio, un ragionamento riguardante la vita sul nostro pianeta blu che fluttua nello spazio, considerazioni su quel grande, bellissimo, problematico pasticcio che è l’esistenza. Questo è “Il pasticcio”.

L’autore mette nero su bianco alcune riflessioni che abbracciano la maggior parte dei temi di oggi, partendo dall’inizio, ovvero dalle varie teorie creazionistiche ed evoluzionistiche, analizzando in modo chiaro, lucido e schematico i mali che ci affliggono e tentando di trovare per ognuno di essi una “cura”, un’alternativa magari utopistica, ma possibile.

Il linguaggio usato in questo scritto è fluido e chiaro, a tratti brillante e perfino ironico. Pur nell’estrema correttezza, l’uso a volte di parole più colloquiali, rende l’intera opera una sorta di chiacchierata tra amici, uno scambio di pareri tra conoscenti, che si svelano le opinioni sulla società, in libertà, con rispetto.

Alcune delle analisi dell’autore sono sicuramente condivisibili, altre meno, a seconda della sensibilità e della mentalità di chi legge, certo è che tutto ciò che ritroviamo ne “Il pasticcio” è scaturito dal buon senso e dalla moderazione.

Impossibile non condividere la natura egoista e prevaricatrice dell’essere umano, il lato consumistico ad oltranza ed iperproduttivo della società, come la pigrizia che si nasconde dietro gli errori di una differenziazione dei rifiuti corretta.

Intelligente lo speciale “gioco a punti delle buone azioni” proposto nella seconda parte del libro, probabilmente, facendolo, molti si accorgeranno di ottenere un punteggio imbarazzante, chissà!

Anche se il tutto ci viene proposto con freschezza e spontaneità, bisogna riconoscere a chi scrive la capacità di dipingere un quadro affatto roseo o rassicurante. D’altro canto se si vuole innescare un cambiamento bisogna dire le cose come stanno, non è più il momento delle rassicurazioni ma delle scomode verità.

Nemmeno il futuro sfugge alla penna analitica di Dallàn e anche qui tanti sono i nodi che vengono al pettine, facendoci davvero riflettere su quello che siamo e verso cosa stiamo andando.

“Il pasticcio” è un libro particolare, che invita alla riflessione più che all’evasione, alla piena coscienza di chi siamo, alla sveglia dall’intorpidimento generale che sembra affliggerci in maniera costante.

Un tema non per tutti, ma sicuramente interessante per molti.
( https://www.librierecensioni.com )

 

Giovanni Dallàn “Il pasticcio”
Ed. Montedit. 2017
Pag. 148 Euro 13,00 – EAN: 9788865877555

 

   di Tatiana Vanini
    (10/05/2019)

 

 

 

ViaCialdini è su www.facebook.com/viacialdini e su Twitter: @ViaCialdini