Li ho visti dare volto, voce e colore

115 voti
image_pdfimage_print

Magica Tavolozza. Un omaggio alla memoria di Nicola Andreace. Li ho visti stendere l’azzurro sul mare e il verde.   

di  Riccardo Catacchio

 

 

Magica Tavolozza

 

Li ho visti dare luce

al cielo, mettere il sole

e poi le stelle,

far sorridere la luna

che ammicca con tenerezza

agli amanti abbracciati.

Li ho visti stendere l’azzurro

sul mare e il verde  sulle piante

di prati e giardini,

ma anche il giallo, il rosso

e una gamma infinita

di sfumature cromatiche

sui fiori nei boschi e in montagna.

Li ho visti dare il volo

agli uccelli e voce accorata

al mondo dei disperati;

dare ritmo e vibrazioni

a un’esistenza che non è

fatta solo di nature morte,

ma anche di germogli

che fioriscono come inno alla vita.

Li ho visti far nascere

paesaggi incantevoli

che danno pace allo spirito

e timidi sorrisi sui volti afflitti

da una vita di sofferenze.

Li ho visti nel loro regno

dare forma e colore: un incanto

tra spatole e pennelli, tra tele

e tavolozze dare corpo al loro estro

sulle sette note musicali

della grande sinfonia del Creato.

Il mondo dei pittori

è una festa di colori e fantasia.

Hanno in mano il lievito

e l’impasto del Creato.

Ma non sono onnipotenti,

sanno bene di essere

solo artisti fortunati

perché tanta loro magia

da altri fu data, fu grazia ricevuta.

A Taranto, a Roma e Montmartre

così li vide un giovane poeta

conquistato dalla magia dell’arte.

 

Tratta da:  “ Comunque…Emozioni. Racconti di fatti, pensieri e sentimenti”, dI Riccardo Catacchio,  Scorpione Editrice, Taranto,, 2015 . La copertina riporta un’immagine dell’opera di Nicola Andreace “Suonatore di chitarra” tecnica mista, del 1964,  a cui seguono, nell’interno,  dello stesso autore  “La lettera”- carboncino del 1966, “La caduta”- inchiostro su cartoncino del 1963, “Ricordo Testimoniale”, T.M. su cartoncino del 1966

 

    Redazione
 (15/01/2016)

 

ViaCialdini è su www.facebook.com/viacialdini e su Twitter: @ViaCialdini