Passi silenziosi per Nuove anime

5 voti
image_pdfimage_print

Passi silenziosi per “Nuove anime” di Vincenzo D’Alessio, “non aprite il cuore dei poeti”, il mondo potrebbe essere diverso e avere nuova luce.
di Michele Luongo  

Passi silenziosi per Nuove animePassi silenziosi per “Nuove anime”, è un tempo che scorre troppo velocemente, travolgendo, disperdendo gli stessi valori dell’emozione umana.

Potrebbe essere questa la chiave di lettura della raccolta poetica “Nuove anime” di Vincenzo D’Alessio, (FaraEditore), versi puliti raccolti dalla voce della natura, quel mondo silenzioso che ogni giorno ci parla, e noi lo ignoriamo per poi ricordarlo come flash d’ipocrisia.

E’ un egoismo devastante che frantuma le risorse delle nostre radici.

“C’era una volta un paese felice” così inizia “Nuove anime”, e si apre un mondo di malinconia, di nostalgia, di interrogazioni, di riflessioni, e ci ricorda “il sole sorge, come ogni giorno”.

Vincenzo D’Alessio è una voce che non ha smarrito il ricordo e i suoi passi silenziosi sono parole che segnano il cammino e apre voragini interiori “non piangerò per te/fontana antica abbandonata/al destino da orridi uomini”. E ricorda il tempo della semplicità “i suoni del mattino/il gallo nel cortile/spezzo pane nel latte”.

Ricordi che richiamo scelte, quasi un invito a riconsiderare il nostro rapporto con l’ambiente “il fiume dalla bella bocca”, “il merlo sulle acacie”, “il melograno dimenticato”. Una sensibilità dissolta nella frenesia, cosi diviene una rarità quella dei poeti, “non aprite il cuore dei poeti”, “trascina l’universo nella luce”, “per me sei il mare/ la terraferma/ il pensiero”, un nuovo mondo, per Nuove anime.

Vincenzo D’Alessio “Nuove anime”
Fara Editore, Rimini,2019
Pag. 60, euro 10,00, ISBN 978-88-94903-62-1 www.faraeditore.it 

 

di Michele Luongo ©Riproduzione riservata
                  (04/05/2019)

 

 

 

ViaCialdini è su www.facebook.com/viacialdini e su Twitter: @ViaCialdini