A Trento si festeggia il Capodanno Cinese.

1 voto
image_pdfimage_print

Capodanno cinese con la danza del Drago e del Leone, in Piazza Dante a Trento. Una espressione artistica di un notevole impatto visivo che affascina gli spettatori che vengono coinvolti dai movimenti e dai colori
di Flavio Bertolini 

A Trento si festeggia il Capodanno CineseA Trento si festeggia il Capodanno Cinese, l’evento più importante nella tradizione della Grande Cina e viene festeggiato in tutto il mondo in date diverse ogni anno. 

Il coloratissimo Capodanno Cinese sarà a Trento in Piazza Dante a partire dalle ore 15.30 di sabato 25 gennaio. E il 2020 è l’anno del Topo che è il primo segno dello zodiaco cinese ed inaugura il ciclo di 12 anni, ciascuno dedicato ad un animale diverso nell’ordine in cui, secondo la tradizione, i 12 animali si sono presentati davanti al Buddha: il topo, il bue, la tigre, il coniglio, il drago, il serpente, il cavallo, la capra, la scimmia, il gallo, il cane e il maiale.

Tornando indietro di 12 anni si può risalire al 2008, l’ultimo anno del topo, come lo erano stati nel XX° secolo il 1996, 1984, 1972, 1960, 1948, 1936, 1924, 1912. Per capire a quale segno zodiacale cinese corrisponde il proprio anno di nascita, basta far riferimento proprio a questi anni che sono l’inizio di ogni ciclo di 12 anni. Per cui al topo seguiranno gli altri 11 animali che sono stati ricordati. Ognuno può così capire a quale animale nel calendario cinese, corrisponde il proprio anno di nascita.

I dodici animali fanno parte della tradizione cinese e hanno un riferimento domestico, per bue, cavallo, capra, gallo maiale e cane; mentre il topo, la tigre, il coniglio, il drago e la scimmia sono animali simbolici della ricca mitologia cinese.

Il topo rappresenta la saggezza, ed esprime una personalità versatile, intelligente, curiosa e piena di voglia di fare. In base all’anno di nascita, la tradizione cinese, prevede un oroscopo che riguarda quel tipo di personalità legata all’animale di riferimento.

E’ il secondo anno che Trento si festeggia il Capodanno Cinese, ed è organizzato nell’ambito del progetto Orizzonti d’Oriente dal Centro Studi Martino Martini, con un bando Reti culturali della Fondazione Caritro, sotto il patrocinio del Comune di Trento e del Servizio Attività Culturali della Provincia Autonoma di Trento.

L’evento si terrà a Trento, sabato 25 gennaio 2020, in piazza Dante, a partire dalle ore 15, con le tradizionali danze, ultramillenarie del Drago e del Leone, ben radicate nelle comunità cinesi di tutto il mondo.

La leggenda identifica il Leone come animale salvatore di villaggi infestati da fortuna e prosperità, mentre il Drago, l’animale più sacro, emblema stesso dell’Imperatore, e come tale emanazione divina e simbolo di forza e benevolenza. Il coloratissimo corpo del Drago è paragonato all’onda del mare, fedele e naturale rappresentazione di un Drago celeste. La coreografia del Drago e del Leone eseguita al ritmo del tamburo si arricchisce di elementi pirotecnici e fumi colorati. Il Leone e il Drago, sono ancora oggi animali-simbolo della Cina.

Una espressione artistica di un notevole impatto visivo che affascina gli spettatori che vengono coinvolti dai movimenti e dai colori. Al termine i bambini che assistono vengono coinvolti a vedere le figure create dagli artisti dell’evento.

Le coreografie sono molto colorate ed animate, e vi confluiscono tutte le arti cinesi, come le arti marziali, il tai chi, i movimenti acrobatici, il dramma, con il sottofondo della musica cinese con going e tipiche melodie cinesi.

Il Concerto di Capodanno anticipa i festeggiamenti con un programma che unisce il meglio della cultura musicale cinese ed europea con artisti di eccezione del conservatorio di Wuhan che aprono il programma con la 2020 Chinese story. A Trento il coloratissimo Capodanno sarò in Piazza Dante a partire dalle ore 15.30 di sabato 25 gennaio, con introduzioni musicali dei cantanti lirici cinesi Rui Ma e Zhou Yue, che apriranno le spettacolari danze del Drago e dei leoni con gli atleti dell’Italy Lion and Dragon dance.

 

 di Flavio Bertolini
  (21/01/2020)

 

 

ViaCialdini è su www.facebook.com/viacialdini e su Twitter: @ViaCialdini