Civica, Iva sui rifiuti, presenta esposto

0 voti
image_pdfimage_print

Civica Trentina, un esposto per l’annosa questione dell’Iva Imposta sulla raccolta rifiuti. Illegittima l’Iva sulla Tia.

di Claudio Civettini

 

Civica, Iva sui rifiuti, presenta esposto Civica Trentina, siamo a comunicare l’invio alla Procura della Repubblica di Trento di un dettagliato esposto relativo ad un problema irrisolto anche in provincia di Trento, dove risulta essere ancora prassi l’applicazione dell’Iva sulla raccolta rifiuti benché già nel lontano 2007 la suprema corte di Cassazione, Sezione Tributaria, avesse dichiarato la non imponibilità ai fini Iva del servizio di raccolta dei rifiuti.

Un principio, questo, successivamente raccolto dalla Corte Costituzionale con l’arcinota sentenza n. 238 del 16 luglio 2009, che dichiarava illegittima l’Iva sulla Tia (Tariffa di igiene ambientale) alla luce dell’impossibilità dell’applicazione di una «tassa sulla tassa».

Il tema è pertanto arcinoto così come la necessità dell’attuazione della sentenza, ma che – di fatto – trova orecchie da mercante laddove, dal punto di vista politico, la tariffazione dovrebbe essere modificata con anche i relativi rimborsi su quanto incassato come Iva sulla TIA, che appunto è la tariffa sull’igiene ambientale.

Proprio nell’indefinitezza di questa situazione – e a fronte della risposta dell’Assessore competente, che sostanzialmente conferma l’inapplicabilità dell’Iva sulla tariffa (cfr. Prot. n. A041- 196912 -29-2016-31-CD/lf) -, riteniamo opportuno che sia un’autorità terza a intervenire per verificare la liceità con cui oggi, come niente fosse, le aziende di servizio applicano ancora oggi l’Iva senza mettere a bilancio i rimborsi di quanto, forse, si dovrebbe rimborsare ai cittadini.

 

    Cons. Claudio Civettini
    Lista Civica Trentina 
       (09/05/2017 )

 

 

ViaCialdini è su www.facebook.com/viacialdini e su Twitter: @ViaCialdini