L’esplorazione della musica

0 voti
image_pdfimage_print

Torna MONDI SONORI, la manifestazione che il Conservatorio “Bonporti” cura e promuove da diciotto anni .  Continua dunque per il conservatorio trentino la felice tradizione di un ciclo concertistico che vuole approfondire la musica composta negli ultimi cento anni di storia offrendo un interessante ascolto guidato. 
Redazione

 

conservatorio_bonporti_trentoTrento – Torna nel mese di ottobre Mondi Sonori, manifestazione incentrata sulla musica del Novecento che da diciotto anni viene curata e promossa dal Conservatorio “Bonporti” di Trento e Riva del Garda. Tutti i diversi appuntamenti dell’iniziativa, dai concerti alle conferenze, si concentrano in cinque giornate più due eventi collaterali e si svolgeranno a Trento presso l’Aula Magna della rinnovata sede centrale del conservatorio dal giorno 6 ottobre al 5 novembre 2015, coinvolgendo personalità internazionali, docenti universitari e studenti dei Conservatori di Trento, Bolzano,  Verona e Padova. L’ingresso ad ogni evento è libero e le conferenze sono accreditate come corso di formazione per i docenti delle scuole.

Continua dunque per il conservatorio trentino la felice tradizione di un ciclo concertistico che vuole approfondire la musica composta negli ultimi cento anni di storia, ancora poco frequentata nelle sale da concerto e spesso guardata con sospetto dal pubblico. Mondi Sonori vuole dunque offrire un ascolto guidato, costruito attraverso i legami storici che videro la nascita di queste musiche e le ispirazioni che hanno nutrito la creatività di diversi autori.

Nata da un’idea di Cosimo Colazzo, docente presso il “Bonporti” che ne ha curato con passione tutte le edizioni anno dopo anno, la manifestazione si avvale per il 2015 di un coordinamento artistico e tecnico che vede l’impegno di quattro docenti del conservatorio trentino, ossia Fabio Cifariello Ciardi, Mauro Graziani, Massimo Priori e Piero Venturini.

L’edizione 2015, che si apre il 6 ottobre con la libera improvvisazione di un ensemble di flauti,  ruota attorno a due tematiche: “Musica e Natura” e “Oggi in America”.

Si parte giovedì 8 ottobre (Musica e Natura I) dalla creatività musicale che può nascere nell’ambiente domestico, ossia un bicchiere, un cucchiaio di legno, una sedia (ore 11.00) e in quello naturale che ci circonda, come l’universo sonoro degli insetti (ore 20.30) per arrivare al manuale di zoologia fantastica di Borges, presentato e letto da Pietro Taravacci, ordinario di Letteratura Spagnola presso l’Università di Trento, accompagnato da musiche originali realizzate dalle classi di composizione del “Bonporti” ispirate agli esseri immaginari ivi descritti (ore 17.00).

Si prosegue giovedì 22 ottobre (Musica e Natura II) con una conferenza di Piero Venturini, docente presso il conservatorio trentino, sul Preludio La Cathedrale engloutie di Claude Debussy alla scoperta della metafora del senso del Sacro (ore 11.00); mentre al pomeriggio (ore 18.00) e alla sera (ore 20.30) potremo assistere a due concerti con musiche contemporanee che coinvolgono gli studenti delle Scuole di Composizione, Musica Elettronica e Musica da Camera dei Conservatori di Trento, Bolzano e Verona.

L’esplorazione del rapporto tra musica e natura nella musica moderna e contemporanea termina giovedì 5 novembre (Musica e Natura III) con un concerto serale che vede l’esecuzione di due famose partiture novecentesche, Ma Mère l’Oye di Maurice Ravel e la Histoire de Babar le petit éléphant di Francis Poulenc nella trascrizione originale realizzata appositamente per ensemble cameristico (ore 20.30). Il concerto sarà introdotto da Federica Fortunato e Pier Luigi Maestri, docenti presso il “Bonporti”.

La prima giornata dedicata al secondo tema dell’edizione 2015 è giovedì 15 ottobre (Oggi in America I), che si apre con una conferenza sull’armonia dei numeri a cura di Zack Browning, Associate Professor Emeritus of Composition-Theory presso la University of Illinois (ore 11.00) e prosegue alla sera con un concerto introdotto da Marco Russo del Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Trento con musiche di George Rochberg e dello stesso Browning (ore 20.30).

Venerdì 30 ottobre (Oggi in America II) un altro ospite importante di Mondi Sonori, ossia Judith Shatin, Director of the Virginia Center for Computer Music – McIntire Department of Music presso la University of Virginia, terrà una conferenza sul ruolo della ricerca sul timbro nella musica americana dei nostri giorni. La seconda ed ultima giornata dedicata a questa tematica termina con un concerto ancora introdotto da Marco Russo con musiche di Walter Piston, David Zell Durant e della stessa Shatin (ore 20.30).

I due eventi collaterali presentano martedì 6 ottobre un concerto improvvisativo (ore 20.30) con un ensemble di flauti provenienti dai Conservatori di Padova e di Trento, mentre mercoledì 21 ottobre verrà organizzato un incontro con il compositore Francisco Martín Quintero, docente presso il Conservatorio Superior “Rafael Orozco” di Córdoba, introdotto da Cosimo Colazzo, docente presso il “Bonporti”.

 

  Redazione
(29/09/2015)

 

ViaCialdini è su www.facebook.com/viacialdini e su Twitter: @ViaCialdini