Dai The New Souls al richiamo di Napoli Centrale

1 voto
image_pdfimage_print

I sogni degli anni Sessanta, la passione per la musica. A Solofra incontro con James Senese, travolgente il suo jazz-rock.
 
di Vincenzo D’Alessio

 

james-senese
James Senese

Durante gli anni Sessanta del secolo appena trascorso, sulla scia dei più famosi gruppi musicali che si formarono all’estero e in Italia, anche la città di Solofra ebbe i suoi rappresentanti. Tra questi vorrei ricordare il gruppo musicale denominato ” The New Souls”, che formai il 18 settembre 1968 dopo la breve esperienza del precedente gruppo denominato ” The Shipwrecks”,  il quale ebbe lunga vita e un notevole successo in ambito regionale fino al 30 luglio 1972.
La formazione iniziale era costituita da cinque strumenti: batteria, chitarra basso, chitarra elettrica, tastiere e voce solista. I componenti erano tutti di Solofra: alla batteria c’era Gaetano Lettieri, alla chitarra elettrica Nicola Trerotola; alla chitarra basso Mario Maffei; alle tastiere e canto Vincenzo D’Alessio;  Lucio Savignano, voce. Successivamente entrarono a far parte di una nuova formazione Enzo Picarelli alla batteria e Mario Siano alla chitarra basso.  

Il 18 marzo 1969, in occasione del MAK P.100 dell’Istituto Magistrale “Regina Margherita” di Salerno ( dove realizzavo il percorso scolastico) ci trovammo a fare da spalla, presso il Mobilificio ” Petti ” di Nocera Superiore (SA) , al grande gruppo musicale degli ” Showmen” guidati dalla voce straordinaria di Mario Musella (canto e chitarra basso): formazione che aveva al suo attivo grandi successi come ” Tu sei bella come sei “; ” Un’ora sola ti vorrei ” e altri ancora. Sette stupendi musicisti che producevano un travolgente ” rhythm & blues” che ha influenzato, dopo quell’incontro di Nocera Superiore, le nostre scelte musicali orientandole verso gruppi musicali come : ” Creedence Clearwater Revival” e “James Brown “.  

Nella sezione fiati degli Showmen militava il sassofonista James Senese, al quale ebbi il piacere di avvicinarmi e presentarmi mentre eravamo sul grande palco durante la serata del 18 marzo.
Dopo quella serata le vicende musicali degli “Showmen ” mutarono con la scomparsa della bellissima voce di Mario Musella ( + 1979):  James Senese formò il gruppo musicale denominato “ Napoli Centrale” che continuammo a seguire  perché molto vicino al jazz-rock che noi praticavamo.  
James Senese è stato inoltre uno dei componenti del supergruppo di Pino Daniele (Tullio De Piscopo, Tony Esposito, Joe Amoruso e Rino Zurzolo).

In Solofra (AV), Lunedì 20 luglio, quarantasei anni dopo, grazie alla manifestazione “ Playgroundzone.it ” organizzato da giovani talentuosi in collaborazione con  “ Musica Dentro Contest 2015”,  ho potuto stringere di nuovo la mano a James Senese il quale ha espresso il suo affetto con quella punta di ironia soul che lo distingue da anni nel panorama della musica jazz-rock internazionale. Rivolgendosi a me ha detto: “ Hai perso i capelli che portavi negli anni Sessanta, ma non la passione per la musica! ”

Dopo l’incontro avvenuto in forma privata ho ascoltato con gioia il concerto che ha tenuto con il suo gruppo “ Napoli Centrale”, travolgendo con i suoi ritmi i giovani e i meno giovani intervenuti a migliaia nell’ampia piazza della città della concia , riportandomi alla mente i sogni più belli degli anni Sessanta.

 

  di Vincenzo D’Alessio
     (24/07/2015)

 

 

 

ViaCialdini è su www.facebook.com/viacialdini e su Twitter: @ViaCialdini