Filarmonica della Scala, presentata la Stagione

4 votes
image_pdfimage_print

Filarmonica della Scala, presentata al Teatro alla Scala la Stagione 2017-2018,  sono intervenuti: Filippo Del Corno, Assessore Comune di Milano , Jean Pierre Mustier, Presidente Ernesto Schiavi, Direttore Artistico.  Riccardo Chailly  dirigerà il concerto inaugurale.
Redazione

Filarmonica della Scala,  presentata la Stagione Filarmonica della Scala, presentata la Stagione 2017/2018, i concerti al Teatro alla Scala, sarà Riccardo Chailly a inaugurare la Stagione della Filarmonica della Scala con il concerto di lunedì 6 novembre 2017al teatro alla Scala, il  Direttore Principale dell’orchestra torna sul podio. Ill programma è un nuovo capitolo del lavoro di ricerca intrapreso da Chailly sul sinfonismo dei grandi compositori russi. Il percorso, che ha già portato sui leggii dell’orchestra la Sinfonia n. 12 di Šostakovič  nella scorsa stagione, prosegue quest’anno con due concerti del Direttore Principale cui seguono quelli diretti da Gergiev e Temirkanov. Primo dei quattro appuntamenti è quello con la Sinfonia n. 2 di Čajkovskij, la Suite da Lady Macbethdel Distretto di Mcenskdi Šostakovič  e Petruškadi Stravinski

Nel calendario dei dieci appuntamenti unici al Teatro alla Scala compaiono direttori di famiglia e solisti acclamati accanto a talenti di nuova generazione: due i concerti affidati al Direttore Principale Riccardo Chailly, che inaugura la nuova stagione. Sul podio si alternano Myung-whun Chung, Valery Gergiev, Daniele Gatti, Yuri Temirkanov, Fabio Luisi, Daniel Harding; al debutto scaligero è il direttore rivelazione Teodor Currentzis con l’ orchestra Musica Aeterna; alla prima apparizione è anche il direttore ingleseJohn Axelrod.

Tra i solisti: Benjamin Grosvenor è ospite del secondo concerto diretto da Chailly; gradito ritorno è quello di Leonidas Kavakos al fianco di Chung; grande attesa per il pianista Daniil Trifonov alla prima apparizione in stagione con Harding. Nelson Freire sarà diretto da Gergiev; debuttano i pianisti Seong-Jin Cho con Temirkanov e Alexander Melnikov con Currentzis; il basso Luca Pisaroni sarà diretto da Luisi e l’ ensemble vocale Swingle Singers è ospite del concertodiretto da Axelrod.

Nel cartellone trovano spazio i grandi compositori russi: Čajkovskij, con le sinfonie Seconda,Quarta, Quintae Sesta, Stravinskij, con Petruška, e Šostakovič , con la Suite da Lady Macbeth, affidati alle bacchette di Chailly, Gergiev e Temirkanov. Al centro compaiono cardini del repertorio sinfonico quali la Quarta di Bruckner, con Gatti, la Terza e la Settima di Beethoven, rispettivamente con Harding e Currentzis.

A Gatti è affidata Nobilissima visione di Hindemith, la Seconda di Brahms a Chung. È ancora Brahms a spiccare nel repertorio solistico, con il Concerto per violino (Kavakos) e con il Secondo per pianoforte (Freire), quest’ ultimo all’ interno di un percorso di ascolto che presenta anche il Concerto di Grieg (Grosvenor), quello di Schumann (Trifonov) e il Terzoconcerto di Rachmaninov (Cho). Grande attenzione è dedicata anche alla musica del ‘ 900: dalla Passacaglia di Webern al Pelleas und Melisande di Schönberg con Luisi, programma in cui compare una selezione di rari Lieder di Schubert per voce e orchestra interpretati da Luca Pisaroni, fino alla Sinfonia di Berio e alle Danze da West Side Story di Bernstein con Axelrod. Le tournée internazionali La presenza della Filarmonica della Scala all’ estero si è notevolmente ampliata in questi anni. Nella Stagione 2017-2018 sono diciassette i concerti delle due tournée guidate da Riccardo Chailly in programma tra agosto e settembre 2017 e a maggio 2018. Sono ospiti tre musicisti d’ eccezione: i violinisti Leonidas Kavakos, David Garrett e Julian Rachlin, quest’ ultimo alla viola. La tournée si apre con il debutto a Lucerna (24 agosto, Festival) e ai Proms di Londra (25 agosto – solista Kavakos). Seguono due concerti a Edimburgo (26 agosto – solista Kavakos, 27 agosto), il secondo con la partecipazione del Edinburgh Festival Chorus, il concerto alla Philharmonie di Berlino (13 settembre – solista Kavakos) con il Rundfunkchor Berlin, Il doppio appuntamento a Bucarest (14 settembre – solista Garrett, 15 settembre – solista Rachlin), i concerti di Friburgo (16 settembre – solista Kavakos) e Lugano (18 settembre –solista Garrett). 

Filarmonica della Scala Da gennaio 2018 Riccardo Chailly porta in Europa il programma esplorato insieme all’ orchestra nei primi due concerti di stagione, affiancato dai solisti Benjamin Grosvenor e Denis Matsuev che si alternano al pianoforte. La Filarmonica approda al Barbican Centre di Londra (24 gennaio – solista Grosvenor), due sono le date al Musikvereindi Vienna (29 gennaio, 30 gennaio – solista Matsuev) seguono i concerti di Budapest (25 gennaio, Béla Bartók National Concert Hall), Parigi (26 gennaio, Philharmonie), Lussemburgo (27 gennaio, Philharmonie) e Lucerna (21 marzo, Festival).A maggio 2018, dopo il concerto alla Scala, Daniel Harding dirige l’ appuntamento del 27 maggio a Istanbul, affrontando l’ Eroica di Beethoven e il concerto di Schumann insieme al pianista russo Daniil Trifonov.

Milano Musica – MITO SettembreMusica L’ attenzione al repertorio contemporaneo degli Scaligeri è amplificata dall’ annuale collaborazione con Milano Musica. Sarà il concerto della Filarmonica della Scala a inaugurare l’ edizione 2017 del Festival, domenica 22 ottobre al Teatro alla Scala, con la direzione di Tito Ceccherini. Il programma presenta musiche di Schumann, Sciarrino e Bartók.

Di lunga durata è anche la collaborazione con il Festival che unisce Milano e Torino: fin dai primi anni la Filarmonica è stata ospite della kermesse musicale con i grandi concerti nei palazzetti dello sport. Dopo la Tournée estiva Riccardo Chailly dirigerà i due concerti al Teatro degli Arcimboldi di Milano (20 settembre) e a Teatro Regio di Torino (21 settembre).

La Filarmonica per la Stagione Sinfonica del Teatro alla Scala  Sono cinque i concerti per la Stagione Sinfonica del Teatro alla Scala nell’ ambito della convenzione con il Teatro: 20, 22, 23 novembre 2017 con Christoph Eschenbach e Tzimon Barto al pianoforte; 8, 11, 12 gennaio 2018 con Zubin Mehta e il soprano Krassimira Stoyanova; 7, 8, 9 marzo 2018 con Franz Welser-Möst; 30 aprile, 3, 5 maggio 2018 con Christoph von Dohnányi e infine 22, 23, 24 giugno 2018 con Helbert Blomstedt.

Discografia Dopo l’ uscita del CD Overtures, Preludes & Intermezzi rilasciato da Decca Londra a gennaio 2017, il lavoro discografico avviato con Riccardo Chailly segna due nuovi arrivi nella stagione 2017-2018: l’ uscita del disco dedicato a Cherubini, già registrato dall’ orchestra, e una nuova incisione dedicata alla musica di Nino Rota. “Rota è autore tutt’altro che facile, la sua è un’orchestrazione complessa, raffinata”– dice Chailly –“lo diressi nel ’74, lui al pianoforte che suonava il suo Concerto in do: uomo colto, schivo, un maestro dei semitoni capace di esprimere nostalgia, struggimento, sberleffo, con leggerezza e ironia degne di Šostakovič .  E’ giusto che la Filarmonica gli renda omaggio”

I Sostenitori Il rinnovato impegno dei partner principali anche per la stagione 2017-2018 danno estensione al progetto globale della Filarmonica, istituzione indipendente e di autogoverno che combina programmazione d’ eccellenza, presenza internazionale, progetti educativi e attenzione per il sociale svolgendo un’ importante funzione pubblica con il solo sostegno privato. L’ attività della Filarmonica della Scala, infatti, non attinge a fondi pubblici ed è sostenuta interamente dal Main Partner UniCredit e dallo sponsor Allianz. (  http://www.filarmonica.it/  )

 

    Redazione
 (13/06/2017)

 

ViaCialdini è su www.facebook.com/viacialdini e su Twitter: @ViaCialdini