Grande Grande Massimo Ranieri

10 voti
image_pdfimage_print

Massimo Ranieri, canta, parla, recita, esprime, è un artista vero capace di regalarci momenti indimenticabili come con il Surdato ‘nnammurato , il livello è irraggiungibile! Cantare disteso è complicatissimo, ma la sua voce inconfondibile, armoniosa con Notte chiara.
di Michele Luongo

Grande Grande Massimo RanieriTrento – Non nascondo che mi sono perso la prima edizione dello scorso anno, ma quella di sabato sera andata in onda, in diretta, su Rai 1, “Sogno e Son Desto 2”, lo spettacolo teatrale di Massimo Ranieri, è qualcosa che da qualche tempo non si vedeva sulla Rai, un vero spettacolo!
Massimo Ranieri è un artista vero, completo, di assoluta professionalità, ha coraggio e dignità, con superlativa abilità mescola le chiavi narrative del teatro, le storie di vita, le macchiette della rivista e dell’avanspettacolo, la musica, da quella tradizionale della scuola napoletana a quella dei cantautori e contemporanea. Canta, parla, recita, esprime, è un artista vero capace di regalarci momenti unici nei duetti con Gianna Nannini, e far sentire sulla pelle l’emozione con Toto Cotogno che lascia senza fiato, commuove protagonisti e pubblico.
Lo spettacolo continua sempre su ritmi crescenti d’intensità , di arte, di professionalità, e qui la straordinaria tavolozza musicale-vocale della “Tammuriata” con l’impressionante bravura dell’inedito gruppo formato da Enrico Rava, Stefano Di Battista, Tullio De Piscopo e Tony Esposito e la voce, unica, di Massimo Ranieri è una bellezza di primavera.
E con il flautista Andrea Griminelli, Massimo Ranieri ci regala un indimenticabile “Surdato ‘nnammurato” , il livello è irraggiungibile!
Grande Grande Massimo Ranieri, sul palco genera un’energia inebriante che tocca ogni sensazione, con Max Tortora, il Corazziere di Rascel, con Milena Vukotić, la disciplina teatrale, e con Morgana e Simona Molinari che divengono eccellenti spalle, rilasciano magici momenti musicali.
Il Grande Maestro, Massimo Ranieri, insuperabile, a terra, fa i dorsali, canta, “’O marenariello”, e continua, disteso a terra, aggiungendo difficoltà alla difficoltà, cantare disteso è complicatissimo, ma la sua voce inconfondibile , armoniosa, ci regala, “Notte chiara” di Domenico Modugno, il pubblico all’unisono: Bis Bis Bis, ancora, ancora, ancora, ma la Rai sfuma sui titoli di coda, il pubblico insiste nei Bis, ma il programma è finito, forse con i prossimi appuntamenti di sabato 20 e di sabato 27 settembre riusciremo ad avere un maggiore tempo per estasiarci davanti a un vero grande spettacolo: “Sogno e Son Desto 2”.

di Michele Luongo ©Riproduzione riservata
                  (15/09/2014)

ViaCialdini è su www.facebook.com/viacialdini e su Twitter: @ViaCialdini