Il Vicinato di una volta

Il Vicinato di una volta

2 votesCome era pieno il vicinato di una volta! La gente si prendeva il caffè, seduta sopra i gradini di fronte al sole. La vecchietta faceva la calza. Chi passava, si fermava a raccontare. I bambini giocavano in mezzo alla strada. di Teresa Armenti     ‘U VICINANZO RI NA VOTA                      IL VICINATO DI UNA VOLTA   Cum’era chinu ‘u…

Lingua, linguaggio e un grande pensare inconscio

Lingua, linguaggio e un grande pensare inconscio

24 votesIl milanese che parla in me. Milano è una città più mutante di qualsiasi altra città italiana. E il linguaggio era in continua evoluzione. La televisione ha impoverito in maniera incredibile la lingua.  Redazione   Riportiamo un interessante articolo dello scrittore Franco Loi. Le lingue nazionali nascono in un certo periodo per ragioni sociali, anche per la necessità di unificare le culture. Ma in realtà la lingua è uno…

La poetica ricchezza del dialetto

La poetica ricchezza del dialetto

1 votoMarco Scalabrino, “Na farfalla mi vasau lu nasu”, ha intrapreso un viaggio non facile: far rivivere in lingua siciliana la poesia incistata, inalveata nella lingua latina di Catullo, inglese di Peter Thabit Jones, brasiliana di Iacyr A. Freitas, americana di Nat Scammacca, rumena di George Bacovia, argentina di Horacio Castillo, e in maniera più complicata ancora, o più azzardata, far rivivere, sempre nel e con il dialetto siciliano. di…