Il futuro non è più quello che immaginavamo

Il futuro non è più quello che immaginavamo

10 votiD’Alessio, amo la lingua italiana nei suoi mutamenti, come la amo nelle sue contaminazioni con le lingue straniere. La lingua parlata è colma di barbarismi e strafalcioni linguistici. Il Nord ha depredato il Sud da millenni. di Michele Luongo   Intervista a Vincenzo D’Alessio, italianista, scrittore, storico, fondatore del Gruppo Culturale Francesco Guarini . “Amo la lingua italiana nei suoi mutamenti, come la amo nelle sue contaminazioni con le lingue…