Pensioni, una continua persecuzione, umiliazione

Pensioni, una continua persecuzione, umiliazione

Pensioni, anni di lavoro, di sacrifici, e dalla politica ancora umiliazioni. I diritti acquisiti valgono per tutti, non solo per i politici, tanto più per chi ha lavorato davvero. Vergognatevi! Abbiate il coraggio e il dovere di eliminare i veri privilegi. di Michele Luongo  Pensioni, probabilmente, abbiamo una rappresentanza politica che da venticinque anni non è in grado di rappresentare i lavoratori, e che da 25 anni non fa altro che…

La politica italiana è qualcosa di straordinario

La politica italiana è qualcosa di straordinario

La politica italiana è qualcosa di straordinario e noi con un’impressionante superficialità dimentichiamo tutto: i governi, la Sinistra, Forza Italia, e adesso la Lega e il M5S. Danziamo storditi seguendo le bandiere nel vento. di Michele Luongo La politica italiana è qualcosa di straordinario, noi, elettorato immaturo, seguiamo il vento e con una impressionate superficialità dimentichiamo e perdiamo di vista ogni traguardo, smarriti nel vortice delle promesse, delle illusioni e…

Lo spettacolo di questa politica, uno sporco guazzabuglio

Lo spettacolo di questa politica, uno sporco guazzabuglio

Lo spettacolo di questa politica, uno sporco guazzabuglio per un sistema proporzionale fuori dei tempi. Ennesima occasione persa. Nuova legge che garantisca governabilità e autorevolezza sulla scena internazionale. di Michele Luongo  Lo spettacolo di questa politica italiana non deve suscitare alcuna meraviglia, è la naturale conseguenza del populismo e di un elettorato politicamente impreparato che ha mostrato l’apice proprio con il referendum del 4 dicembre 2016, quando ad una richiesta…

Siamo un Paese che si prende in giro da solo

Siamo un Paese che si prende in giro da solo

Siamo un Paese che si prende in giro da solo. La politica non è l’opera dei pupi. L’alibi dell’Europa cattivona non funziona, perché non solo è falso, come lo è sempre stato, ma ha perso anche significato. di Davide Giacalone Siamo un Paese che si prende in giro da solo. La politica non è l’opera dei pupi, come molti tendono a raccontarla. Anche perché scarseggiano i pupari, la trama e…

Matteo Renzi, un democratico rivoluzionario

Matteo Renzi, un democratico rivoluzionario

Matteo Renzi, un rivoluzionario democratico, in queste fitte nebbie della politica è il solo leader che ha credibilità. Assistiamo ad una campagna elettorale delle solite promesse, senza progetti, senza programmi con esclusione del vero interesse dei cittadini. di Michele Luongo Matteo Renzi, un democratico rivoluzionario. Ad osservare le scene politiche di questa campagna elettorale, sembra proprio che gli ultimi trent’anni siano trascorsi inutilmente. Difatti non poteva essere diverso dopo l’ubriacatura…

Alitalia, dirigenza e politica inadeguata

Alitalia, dirigenza e politica inadeguata

Alitalia, dirigenza e politica inadeguata hanno permesso che una compagnia di bandiera, un simbolo dell’Italia, anno dopo anno sia stata fatta a pezzi. Che pazzia lasciare le rotte nazionali alle compagnie low cost. di Michele Luongo     Alitalia, volare con Alitalia significava comfort, eleganza, attenzione per i passeggeri, una professionalità che esprimeva una qualità alta dei servizi. Una flotta di aeromobili che raggiungeva destinazioni nel mondo, cosi dal suo primo volo…

Eurolobbisti, orientarsi in un universo complesso

Eurolobbisti, orientarsi in un universo complesso

Eurolobbisti, insegna a diventare lobbisti e smentisce, una volta per tutte, i luoghi comuni. Fare lobby è un’attività complessa, che non si può improvvisare. Redazione   Eurolobbisti, racconta quella parte di Bruxelles forse meno conosciuta, oppure più temuta: il mondo delle lobby e quanto esse siano presenti nel processo decisionale europeo. Se è vero che i grandi gruppi di interesse sono poco più di una ventina, ci sarebbero almeno altre…

Ipocrisia, la malattia di un popolo

Ipocrisia, la malattia di un popolo

Ipocrisia, è la malattia che ha colpito il popolo italiano che senza credibilità, senza rispetto delle regole, senza dignità rappresentativa sta rinunciando al proprio potere. di Michele Luongo   Ipocrisia, la malattia di un popolo. Col passare degli anni noi italiani sembra proprio che siamo diventati un popolo malato d’ipocrisia. Facciamo finta di nulla, finta di non vedere, di non sentire e ci gongoliamo sugli appigli civettuoli della quotidianità: dalle false…

Voto Si, per un segnale preciso di svolta

Voto Si, per un segnale preciso di svolta

Voto Si, il Popolo italiano deve dare il proprio concreto segnale e fare capire in modo chiaro che basta con i giochi della vecchia politica. di Michele Luongo  Sui Social media sembra impressionante il battage posto contro il referendum per una riforma costituzionale cui si voterà il prossimo quattro dicembre. Una situazione che ha fatto breccia nell’area populistica e leggo di espressioni in tal senso anche da parte dei giovani,…

Popolo raggirato, umiliato

Popolo raggirato, umiliato

Popolo raggirato, umiliato. Bene comune che fa bene solo al potere. Popolo inascoltato, continuamente offeso da inspiegabili ed ingiustificabili privilegi. di Michele Luongo   Offendono il Popolo   Questa politica ingorda Frantuma, sminuzza E come le sanguisughe Giorno dopo giorno Prosciuga ogni bene d’Italia   Col vuoto delle parole Si riempiano le tasche. Si preoccupano? Si, Per i “Loro” interessi E quelli degli amici degli amici   Popolo raggirato, umiliato “Per…

Votare Si, per un concreto segnale di cambiamento

Votare Si, per un concreto segnale di cambiamento

Referendum, votare Si, per un vero segnale di cambiamento. Per una governance stabile che curi e progetti gli interessi del Paese, e che le opposizioni imparino ad essere costruttive. di Michele Luongo  Votare Si, per un concreto segnale di cambiamento, per una governance stabile e per l’interesse del Paese. I bollori estivi stanno sfumando, un groviglio di grigiume ci stava asfissiando nel convincerci nel votare no al prossimo referendum, dimenticandosi…

Dalle ceneri della Brexit un’Europa più forte

Dalle ceneri della Brexit un’Europa più forte

I governi dell’Europa hanno gestito male gli ultimi anni di crisi. Dalle ceneri della Brexit un’Europa più forte,  il messaggio è chiaro: meno economia e più politica per un’Europa vera. di Michele Luongo   Brexit, dunque i cittadini del Regno Unito hanno deciso di chiedere al proprio governo di avviare la procedura per uscire dall’Unione Europea. L’esito referendario ha sviluppato in gran parte del mondo un’impressionante reazione di prese di posizione…