Riconoscimento facciale all’imbarco aeroporto di Amsterdam

1 voto
image_pdfimage_print

Aeroporto di Amsterdam testa il riconoscimento facciale all’imbarco. La registrazione prevede la scansione del passaporto, della carta d’imbarco e del volto.

Redazione

 

Riconoscimento facciale all’imbarco aeroporto di AmsterdamRiconoscimento facciale all’imbarco all’aeroporto di Amsterdam-Schiphol. Testa insieme a KLM l’”imbarco biometrico”, un nuovo e straordinario sistema che consente di accedere al proprio volo senza mostrare il passaporto o la carta d’imbarco. I passeggeri vengono imbarcati in modo semplice e veloce tramite un apposito gate provvisto di riconoscimento facciale.

Con l’aiuto di questo test, l’aeroporto di Amsterdam-Schiphol e KLM intendono valutare la tecnologia del riconoscimento facciale in termini di rapidità, affidabilità e facilità d’uso. Oltre alle procedure d’imbarco verrà esaminata l’esperienza dei passeggeri. L’obiettivo principale è quello di rendere le procedure d’imbarco più semplici e veloci per i passeggeri. Il sistema verrà testato per un minimo di tre mesi.

Il test si svolgerà a un gate dell’aeroporto di Amsterdam-Schiphol appositamente selezionato. Per poter effettuare l’imbarco con il sistema di riconoscimento facciale, i passeggeri dovranno prima registrarsi presso l’apposito sportello nelle vicinanze del gate e il personale KLM li assisterà in questa operazione.

La registrazione prevede la scansione del passaporto, della carta d’imbarco e del volto del passeggero. Ai fini della privacy, i dati acquisiti saranno utilizzati soltanto per gli scopi del test. I dati personali verranno infatti cancellati una volta effettuato l’imbarco e tutte le informazioni fornite allo sportello di registrazione verranno cancellate dopo dieci ore.

Riconoscimento facciale all’imbarco aeroporto di Amsterdam. L’aeroporto di Amsterdam-Schiphol e i suoi partner lavorano costantemente allo sviluppo di innovazioni e alla creazione di soluzioni intelligenti per semplificare il viaggio e velocizzare le procedure aeroportuali.

Riconoscimento facciale all’imbarco aeroporto di Amsterdam. L’aeroporto punta a diventare “Leading Digital Airport” nel 2018 e questo test è solo un passo in quella direzione. Nel corso degli ultimi due anni, la collaborazione di Amsterdam-Schiphol con KLM e le autorità governative ha portato all’introduzione del primo vero scanner di sicurezza per passeggeri, equipaggio e personale, e della nuova Security Lane nel 2015. Attualmente, si sta testando un nuovo sistema di scansione dei bagagli a mano che consente ai passeggeri di lasciarvi all’interno liquidi e dispositivi elettronici. In futuro saranno testate regolarmente altre tecnologie innovative e, qualora valide, saranno introdotte nell’uso.  (  http://www.ilgiornaledelturismo.com )

 

    Redazione
 (27/02/2017)

 

 

 

ViaCialdini è su www.facebook.com/viacialdini e su Twitter: @ViaCialdini