Anteprima Amarone, Valpolicella, un grazie ai produttori

8 voti
image_pdfimage_print

Anteprima Amarone50, anniversario della denominazione, La Doc Amarone compie 50 anni. Vino simbolo, riconosciuto in tutto il mondo, le autorità ringraziano i produttori per avere saputo legare il brand al territorio, la Valpolicella.

di Michele Luongo

 

Anteprima Amarone, Valpolicella, un grazie ai produttori
Amarone, uve, appassimento

Anteprima Amarone, La Doc Amarone compie 50 anni e il Consorzio per la Tutela Vini Valpolicella, si pone a modello, accendendo i riflettori per Sostenibilità, Educazione, Internazionalizzazione e Made in Italy. E dal protocollo volontario RRR “Riduci Risparmia Rispetta”, la missione del Consorzio, Valpolicella Education Program, un progetto per comunicare l’eccellenza di un territorio e del vino.

Sabato scorso le 71 aziende del Consorzio per la Tutela Vini Valpolicella, hanno presentato, nelle Sale del Palazzo della Guardia di Verona, con degustazioni guidate e banchi di assaggio, il proprio Amarone alla stampa internazionale.

Un interessante incontro dibattito moderato con professionalità da Andrea Andreoli, cui hanno partecipato il Presidente del Consorzio Andrea Sartori, il Governatore della Regione Veneto, Luca Zaia, il Sindaco di Verona, Federico Sboarina. Il Ministro delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, Maurizio Martina, ha fatto pervenire un Video Messaggio con il quale ringraziava per la passione e la professionalità, le aziende della Valpolicella per il grande lavoro fatto nel promuovere un marchio, l’Amarone e un territorio, la Valpolicella nel mondo.

Ringraziamenti anche dal Governatore Zaia,”L’Amarone è un’eccellenza unica e il merito va ai produttori”.  Nel porre l’accento sul fatto che il Veneto ha 52 denominazioni, e c’è “ L’Amarone” riconosciuto in tutto il mondo, e traina un intero territorio. Un’eccellenza divenuta anche oggetto di contraffazione per cui invitava i produttori ad investire in tecnologia. Aggiungeva di lavorare a un progetto per fare si che “Il sistema dell’appassimento” diventa patrimonio dell’Umanità.

Dedizione, rispetto del territorio e un grande vino, l’Amarone che identifica, la Valpolicella, il plauso ai produttori giunge anche dal Sindaco di Verona Federico Sboarina, e dal Direttore Generale di Veronafiere Giovanni Mantovani. Ospite dell’incontro Vittorio Sgarbi, che mostra assoluta padronanza della parola, ma che al di là delle solite battute e provocazioni, è uno show che poco apporta al valore di un territorio e del vino, per cui preferiamo degustare l’ottimo Amarone.

Anteprima Amarone, Valpolicella, un grazie ai produttori
Territorio, Valpolicella

Di certo non possiamo degustare tutte le etichette in assaggio, ma ci piace citare per la loro bevibilità l’Amarone delle aziende Bolla, Camerani Marinella, Farina, La Collina dei Ciliegi, Pasqua, Santi e Sartori.

Anteprima Amarone 50, l’anniversario della Doc Amarone coincide anche con la presentazione dell’annata 2014, un’annata difficile caratterizzata delle abbondanti piogge, per cui molte aziende proprio per rispetto del consumatore hanno preferito non uscire con l’amarone classico. Tanto più merita l’Amarone della Valpolicella Valpantena Bertani, 2014, dove una scrupolosa selezione delle uve, ha rilasciato profumi intensi, eleganza e tannini morbidi, magnifico esempio, dove la passione e professionalità premia.

L’Amarone, come afferma Mantovani, “cresce anche quando il vino italiano sui mercati internazionali fa un po’ fatica”. Secondo le elaborazioni Nomisma-Wine Monitor l’Amarone ha prodotto lo scorso anno un giro d’affari di circa 355 milioni, la Valpolicella conta su 7.994 ettari vitati, un + 10% per l’export, è il più 20% per il mercato interno, fattore che dovrebbe fare molto riflettere. E un raddoppio della vendita diretta proprio grazie all’aumento di turisti in Valpolicella.

Dati importanti, ma il Presidente del Consorzio Andrea Sartori, afferma che c’è ancora molto da fare, considerato che il Lago di Garda ha 24 milioni di presenze (fonte Federalberghi Veneto, Confturismo Veneto, Sole 24 Ore), e la Valpolicella è proprio a quattro passi.

Il Consorzio per la Tutela dei Vini Valpolicella, è nato nel 1924 è una realtà associativa che comprende viticoltori, vinificatori e imbottigliatori della zona di produzione dei vini della Valpolicella, un territorio che include 19 comuni della provincia di Verona. (  http://consorziovalpolicella.it/it  )

 

di Michele Luongo ©Riproduzione riservata
                  (06/02/2018x)

 

 

ViaCialdini è su www.facebook.com/viacialdini e su Twitter: @ViaCialdini