Chiude il Noma. Anzi rilancia

0 voti
image_pdfimage_print

Chiude il Noma di Copenhagen, quattro volte miglior ristorante al mondo. Poi, riapre e si chiamerà nuovamente Noma , un’azienda agricola con ristorante.
di Michele Luongo

 

 

Rene-Redzepi-restaurant-noma
Chef René Redzepi

Il Noma chiude ad annunciarlo e lo stesso chef René Redzepi. Dopo il cenone del 31 dicembre 2016, il Noma di Copenhagen chiude. Si trasformerà e diventerà un’azienda agricola con ristorante e riaprirà alla periferica della città, nell’area di Christania.
Si chiamerà nuovamente Noma, avrà serre per coltivazioni differenziate e chiatte galleggianti sui canali della città.  Una vera e propria fattoria urbana, un progetto che porta lo chef pluristellato ad avere, ancora più forza nella sua idea ed uso dei prodotti della natura. Difatti  con il nuovo progetto potrà, probabilmente, avere pieno controllo sui prodotti che usa nella sua cucina.

Lo staff del Noma, curerà direttamente i  frutti, le verdure, l’erbe aromatiche e tutti i prodotti come in un enorme orto e frutteto. Dopo la chiusura si trasferirà in Australia per alcuni mesi per studio e sperimentazione, quindi continuerà la ricerca su rarità vegetali, e culinarie.

Redzepi spera di aprire già nel 2017, giusto un anno dopo la chiusura del suo Noma, quattro volte vincitore della palma del miglior ristorante del mondo.

 

di Michele Luongo ©Riproduzione riservata
                  (21/09/2015x)

 

ViaCialdini è su www.facebook.com/viacialdini e su Twitter: @ViaCialdini