Colori e armonie d’Oriente a Villa Della Torre Allegrini

6 voti
image_pdfimage_print

Colori e armonie d’Oriente a Villa Della Torre Allegrini, un angolo di Giappone che seduce e incanta le cene di Gala di Allegrini del Vinitaly 2019, con lo chef Carlo Cracco
di Michele Luongo

 

Colori e armonie d’Oriente a Villa Della Torre Allegrini

Colori e armonie d’Oriente a Villa Della Torre Allegrini, in Valpolicella, Fumane, sede di rappresentanza della famosa azienda Allegrini, produttrice di vini di qualità ed esportati in oltre 80 Paesi nel mondo, in occasione della 53esima edizione di Vinitaly, è ornata di fiori, colori e armonie orientali.

La partecipazione a Vinitaly del Gruppo Allegrini, si caratterizza ogni anno per la scelta di un tema che diviene momento di riflessione, conoscenza e divulgazione. Quest’anno il tema prescelto è stato: “L’Occidente incontra l’Oriente” con attenzione al Giappone, ed è proprio un artista japanese Hiroyuki Masuyama, a realizzare con una sua opera l’immagine dell’etichetta del famoso vino La Grola in Limited Edition, mentre in fiera lo Stand ha fiori di ciliegio.

Cosi in un commento Marilisa Allegrini: “Amiamo il Giappone, un Paese che ha una cultura culinaria diversa dalla nostra, ma anche molte analogie. Il Giappone rappresenta un punto di riferimento per le nostre esportazioni, recepisce bene i nostri vini e ci lascia sperare in nuove soddisfazioni”.

Colori e armonie d’Oriente a Villa Della Torre Allegrini, le mura dell’ingresso della Villa rinascimentale, sono state illuminate dalla proiezione di immagini d’arte, territorio che rilasciano un fascino d’atmosfera fiabesca. Appena entrati si è accolti con calici di Champagne e il peristilio è ornato di fiori di ciliegio, come pure la splendida fontana a centro. L’ambiente ci trasporta da subito nell’armonia orientale japanese, delle figuranti mimano movimenti e danze, fiori e melodie in sottofondo.

Colori e armonie d’Oriente a Villa Della Torre Allegrini
Marilisa Allegrini e la figlia Caterina Mastella Allegrini

Marilisa Allegrini e la figlia Caterina Mastella Allegrini, hanno accolto gli ospiti con sobria eleganza, una dote innata, capaci di mettere a proprio agio gli ospiti avendo sempre un sorriso, una parola per ognuno. Poesia, armonia, come nei vini firmati Allegrini.

Cene di gala con la prestigiosa firma di Carlo Cracco. Lo chef ha realizzato delle isole del gusto come quella della pizza, semplicemente strepitosa, pasta lievitata 24 ore e ha conquistato ogni ospite, dei salumi, formaggi, e del pesce che lo stesso chef Cracco ha servito, e un continuo finger food a passaggio, con un solo trait d’union l’eccellente qualità della materia prima.  Piacevolezze condivise in splendida convivialità con sorsi dai calici dei vini del Gruppo Allegrini, della Valpolicella, di Montalcino di San Polo e di Bolgheri con Poggio al Tesoro.

Lo Chef Carlo Cracco ha dato un tocco culinario di eleganza, e raffinata leggerezza alle pietanze delle serate. Nelle splendide sale con i camini a mascherone, tavole imbandite con fiori e ramoscelli, stile ed eleganza, lo chef continua a deliziare i palati con Ravioli del plin al sugo di arrosto, nocciole e polvere di prezzemolo” nel calice La Poja Veronese IGT, 2013, Allegrini, e Cappello del prete brasato al Vermentino “Solosole” sedano di Verona al forno e croccante di barbabietola, in abbinamento Sondraia, Bolgheri Superiore Doc, 2015, Poggio Al Tesoro. 

Una infinità di dolci nel peristilio di Villa della Torre, e all’improvviso i suoni d’oriente, un angolo di Giappone con ritmi e percussioni al taiko di Masayuki Sakamoto. Colpi come tuoni, vibranti continui, un crescente virtuosismo e gli ospiti sono senza parole, incantati dal ritmo e dall’espressività del corpo di Sakamoto che diviene un tutt’uno. Applausi!

Colori e armonie d’Oriente, finezza e fascino, stile ed eleganza, le cene di gala Allegrini a Villa Della Torre durante il Vinitaly, sono il momento Clou, è il party che si ricorda.

https://www.allegrini.it/  –  http://website.allegrini.it/it/  –  http://www.villadellatorre.it/  

 

di Michele Luongo ©Riproduzione riservata
                  (27/04/2019)

 

 

 

ViaCialdini è su www.facebook.com/viacialdini e su Twitter: @ViaCialdini