Orfila Garden Restaurant, piacere del gusto a Madrid

15 voti
image_pdfimage_print

Il Garden Restaurant Orfila con la maestria dello chef Carlos Carpintero e l’impeccabile attenzione del Maître-Sommelier Borja Muñoz Cisneros.

di Michele Luongo

 

Orfilia Garden Restaurant, il piacere del gusto a Madrid Orfila Garden Restaurant, il piacere del gusto a Madrid, un ambiente d’incantevole fascino, raffinato, elegante, sulla Calle de Orfila a Madrid, accoglie i suoi ospiti con assoluta professionalità e gentilezza. Fuori dal caos cittadino ma non lontano, qui si respira il piacere di una piccola oasi, e il pranzo o una cena diviene un momento delizioso della giornata.

Ad accoglierci nella luminosa sala del Garden Restaurant dell’Hotel Orfila, è il Maître-Sommelier Borja Muñoz Cisneros, passione e competenza semplicemente impeccabile! Ci saluta con un Agustí Torelló Mata, Trepat Reserva 2012, Cava, un avvolgente profumo di ciliegia e frutta rossa, sorprendente freschezza con lunga bollicina che si abbina benissimo all’ “Octopus with potatoes parmentiere, kimchi and katsobushi sauce”, un polpo di ottima consistenza con fiocchi di tonnetto striato affumicato, nota piccante mitigata dalla patata.

Lo chef Carlos Carpintero nel rispetto della materia prima sa riunire la tradizione con note creative, il “Gizzard lamb sautéed with baby artichoke”, è una straordinaria portata di agnello con salsa finissima e carciofi baby, esaltata dalla bella acidità del calice di Oloroso Sherry, di Bodegas Rey Fernando de Castilla, un eccellente abbinamento proposto dal sommelier Borja Muñoz Cisneros.

Garden Restaurant dell’Hotel Orfila, è piacevole, è parte del circuito dell’associazione Relais & Châteaux, simbolo d’incondizionata garanzia di qualità. Lo Chef Carlos Carpintero, cura ogni dettaglio della portata che diviene felice scenografia con giochi d’intensità e trasparenza su piatti di vetro. Armonioso gusto con “Salvage sea bream with pumpkin ratatouille, borage and calamari”, ottima cottura dell’orata e degli anelli di calamari con melanzane e zucchine, ottimo l’abbinamento con il bianco Reveleste, Rias Baixas, 2014, dalla Galizia, freschezza e piacevoli sentori di agrumi.

Il Maître-Sommelier Borja Muñoz Cisneros, è la nota perfetta, segue con discrezione l’ospite e propone abbinamenti d’impareggiabile valore che esaltano i sapori orchestrati dallo chef Carlos Carpintero, come il superlativo: “Suckling Pig confit at low temperature, saffron milkcap, penny bun slices and Rissole potatoes”, un maialino da latte cotto a bassa temperatura, una succulenta morbidezza. Profondità e consistenza, funghi carnosi, patate, una sapiente armonia che delizia ogni palato. Nel calice non poteva mancare un meraviglioso rosso: Rioja, Vina Eizaga, Reserva, Tempranillo in purezza, frutta matura e finale speziato, ti seduce e si lascia piacevolmente bere.

Si prosegue con “Gouda cheese truffled with confit mushroom” è una variazione del formaggio Gouda sul confit di funghi, presentato su pietra Ardesia, con frutti di bosco, un’eccellente simbiosi di sapori.   Il dessert  “After Eight and chocolate powder” creazione dello chef Carpineto, crumble di cioccolato come terra, crema nocciola, sorbetto di menta con caviale di olio d’oliva, arancia caramellata, una delizia! Nel calice il bianco Chateau Violet-Lamothe, Sauternes 2009, una vera chicca. Musica in sottofondo, personale preparato, comfort ed eleganza per un piacevole momento al Garden Restaurant dell’Hotel Orfila, con sapori autentici.

Hotel Orfila – Garden Restaurant Calle de Orfila, 6, 28010 Madrid, Spagna Telefono:+34 917 02 77 70 – http://www.hotelorfila.com/

 

di Michele Luongo ©Riproduzione riservata
                  (24/03/2017)

NOTE: Ora lo chef è Fernando Díaz e Maître-sommelier è Rafael López.

ViaCialdini è su www.facebook.com/viacialdini e su Twitter: @ViaCialdini