Polvere per il nostro latte

2 votes
image_pdfimage_print

L’Europa vuole mandare in polvere il nostro latte. Protesta a Montecitorio contro l’assurda norma di produrre formaggi senza materia prima. E sotto c’è lo zampino dell’asse franco-tedesco contro il Made in Italy.
Redazione

 

 

coldiretti_latte_protesta
Coldiretti protesta contro il latte in polvere

Migliaia gli allevatori e casari, ma anche comuni cittadini giunti da tutte le regioni, si sono ritrovati a Roma per manifestare in piazza Montecitorio a difesa del Made in Italy e impedire il via libera in Italia al formaggio e allo yogurt senza latte, imposto dall’Unione Europea. 
Una norma scriteriata, che danneggia e inganna i consumatori, mette a rischio un patrimonio gastronomico custodito da generazioni, con gravi effetti sul piano economico, occupazionale ed ambientale. 
Davanti a Montecitorio i maestri casari hanno acceso la caldaia per mostrare a cittadini e parlamentari come si produce il vero formaggio Made in Italy, sfidando così l’imposizione di Bruxelles. Intorno a loro amministratori, cittadini e allevatori con striscioni con vari slogan “Oggi mandano in polvere il latte, domani il Paese”, “No a formaggi e yogurt senza latte, difendiamo il Made in Italy” e “Mamme, attente alle schifezze”. Sotto accusa, in particolare, l’asse franco tedesco che condiziona le politiche europee. Non a caso i principali produttori ed esportatori europei di latte in polvere sono proprio Germania e Francia, come denunciati dagli allevatori della Coldiretti. Ma sui cartelli di protesta sono comparse anche altre accuse specifiche, del tipo: “Dai regolamenti comunitari alibi per industriali nemici del Made in Italy” e “Gli industriali che vogliono fare il formaggio senza latte sono gli stessi che sottopagano il latte italiano”, per ricordare che la lettera di diffida inviata all’Italia dalla Commissione Europea è stata sollecitata proprio dall’associazione italiana delle Industrie lattiero casearie. Per ricordare qual è la posta in gioco, la Coldiretti ha allestito per l’occasione una maxi esposizione delle eccellenze lattiero-casearie italiane, con i prodotti più noti, ma anche quelli più curiosi, come il Bastardo del Grappa o il formaggio Imbriago, provenienti da tutte le regioni, ma anche sacchi interi di polvere di latte che rischiano di contaminare queste specialità.

Con i manifestanti c’era anche il presidente nazionale della Coldiretti Roberto Moncalvo e  parlamentari di diversi schieramenti e i rappresentanti delle Istituzioni (si sono visti tra gli altri il ministro Galletti e il presidente di Fratelli d’Italia Meloni) che intendono sostenere la battaglia per il Made in Italy con una apposita sollecitazione al Parlamento per la difesa della qualità del sistema lattiero caseario italiano.
A sostegno dell’iniziativa è stato lanciato su twitter l’hashtag #formaggisenzalatte . (www.ilgiornaleditalia.org )

 

    Redazione
 (08/07/2015)

 

ViaCialdini è su www.facebook.com/viacialdini e su Twitter: @ViaCialdini