Strada dei vini dell’Alsazia e dello Champagne

0 voti
image_pdfimage_print

Strada dei vini dell’Alsazia e dello Champagne.  Itinerari del vino in Francia: sentieri profumati dalla Borgogna all’Alsazia. Percorrere le strade dei vini della Borgogna e dell’Alsazia con i suoi famosi vigneti Riesling, Gewurztraminer e Pinot grigio.
di Michele Iacovone

 

 

itinerari-del-vino-in-Francia
Itinerari del vino in Francia

Strada dei vini dell’Alsazia e dello Champagne. Siete amanti della buona tavola e del vino di qualità? Vi piacciono le pianure collinose e verdeggianti? Ecco allora alcuni itinerari del vino in Francia da non perdere, per una vacanza all’insegna della cultura e del gusto.

– La Strada dei vini della Borgogna: rinomata soprattutto per il suo passato storico e per l’enorme patrimonio artistico, la Borgogna è ricordata e ammirata soprattutto per l’autenticità e la qualità della sua gastronomia. Si può iniziare dalla Strada dei Grandi Vini, soprannominata nostalgicamente Champs-Elysées della Borgogna, si comincia da Digione per arrivare a Santenary con una tocca anche a Nuits-St-Georges e Beaume. Questa strada attraverso i vigneti di Maranges, Couchois e della Côte chalonnaise. Inoltre si può percorrere anche la Strada dei Vini Macônnais-Beaujolais, con i suoi paesaggi meravigliosi e che sono stati in grado di ispirare i componimenti del famoso poeta Alphonse de Lamartine. Infine, perché non percorrere la Strada dei Vini dell’Yvonne con i suoi numerosi itinerari, come Chablis, Auxerre,Vézélay, Tonnerre e Joigny.

– La Strada dei vini dell’Alsazia e dello Champagne: alle porte di Strasburgo, nel Nord-Est della Francia abbiamo invece la regione dell’Alsazia con i suoi famosi vigneti fra i quali spiccano Riesling, Gewurztraminer e Pinot grigio. Si inizia a Epernay, la capitale assoluta dello Champagne. Nelle sue centinaia di cantine di gesso sono depositate bottiglie di famose ed eminenti case produttrici di Champagne come Moët et Chandon e De Castellane. Inoltre è d’obbligo una toccata e fuga ad Hautvillers, luogo fiabesco nel quale è situata l’abbazia di un certo signor Don Pérignon. A Reims invece sono d’obbligo le visite alle prestigiose case produttrici Pommery, Veuve Cliquot e Ruinart. Infine, Colmar, la città dei vini dell’Alsazia per antonomasia: qui, oltre a una splendida città medievale, vi attende il Museo d’Unterlinden, un luogo che conserva molti esempi di arte pittorica gotica. Inoltre la città è anche una tappa gastronomia in cui degustare famosi piatti come choucroute, baeckeofe e coq au riesling.  ( http://urbanpost.it )

Immagine: Capricorn Studio/Shutterstock.com

 

   di Michele  Iacovone
     (04/01/2016)

 

ViaCialdini è su www.facebook.com/viacialdini e su Twitter: @ViaCialdini