Russia per una unione monetaria

0 voti
image_pdfimage_print

Putin: “è arrivato il momento di avere una moneta unica”. Viceministro Sviluppo economico Likhachev: “suggerirei di muoverci gradualmente”. E prende come esempio i paesi dell’Ue che sono entrati nell’Eurozona.
Redazione

 

Vladimir-Putin
Vladimir Putin

E’ arrivato il momento di pensare a creare una unione monetaria tra Russia, Bielorussia e Kazakistan. E’ quanto ha detto il presidente russo Vladimir Putin, nel suo incontro con le controparti kazaka e bielorussa, rispettivamente Nursultan Nazarbaev and Aleksandr Lukashenko, che si è tenuto ad Astana, capitale del Kazakistan.

 “Crediamo che sia arrivato il momento di parlare della possibilità di formare una Unione valutaria in futuro”, ha detto Putin, aggiungendo che, unendo le proprie forze, sarebbe più facile proteggere il mercato finanziario comune.

Aleksey Likhachev, vice ministro dello Sviluppo economico della Russia, ha commentato: “suggerirei di muoverci gradualmente, allo stesso modo come tutti i membri dell’Unione europea entrano nell’Eurozona e di aderire all’euro, creando gradualmente le istituzioni finanziarie. Likhachev ha sottolineato però anche che in uno spazio chiuso “dove i beni, i servizi, il capitale e il lavoro si muovono continuamente, l’esistenza di valute differenti aumenta i rischi”. (Lna)  ( www.wallstreetitalia.com  )

 

    Redazione
 (21/03/2015)

 

ViaCialdini è su www.facebook.com/viacialdini e su Twitter: @ViaCialdini