Furla anticipa i nuovi progetti

0 voti
image_pdfimage_print

Furla: nel 2020 una sede toscana e nuovo concept store. Intanto l’azienda della pelletteria ha via via riaperto la maggior parte dei negozi nell’area Apac, dove realizza più della metà dei ricavi.
Redazione  

Furla anticipa i nuovi progettiNel fornire un quadro della ripartenza in Asia, il brand bolognese Furla anticipa i nuovi progetti del 2020.

Dopo tre anni di lavoro sarà inaugurato un impianto tra Firenze e Siena di 19.500 metri quadrati, curato dallo studio Geza, che accoglierà 120 dipendenti e la prima Academy del marchio guidato da Alberto Camerlengo, come riporta wwd.com. Per la proprietà, la famiglia Furlanetto, si tratta di un investimento di circa 30 milioni di euro.

La boutique di corso Vittorio Emanuele II a Milano si prepara invece a un restyling, includendo un pop-up dedicato alle brand extension: le sneaker, gli orologi in licenza a Timex e le fragranze in capo a Mavive, in vendita da settembre. In seguito sarà rivisitato anche lo spazio di Tokyo-Ginza, mentre con il partner Bluebell Furla punta a mercati come Canada, Australia, Nuova Zelanda e Corea.

Intanto l’azienda della pelletteria da 503 milioni di euro di fatturato (da bilancio riclassificato, circa in linea con i 504 del 2018) ha via via riaperto la maggior parte dei negozi nell’area Apac, dove realizza più della metà dei ricavi.

Con la ripartenza della Cina, il 20 maggio (analogo al giorno di San Valentino) ha deciso di lanciare la nuova Metropolis bag, coinvolgendo l’attore e cantante Neo Hou. In una decina di giorni di vendite il 65% degli acquirenti risulta di età fra i 20 e i 30 anni. – e.f. –  (https://www.fashionmagazine.it  )

 

    Redazione
  (01/06/2020)

 

 

 

ViaCialdini è su www.facebook.com/viacialdini e su Twitter: @ViaCialdini