Le mille porte

3 votes
image_pdfimage_print

Le mille porte. Ogni emozione, vissuta o solamente immaginata, costituisce un humus indispensabile dal quale la Panizza trae linfa per nutrire la sua poesia. 

di Michele Luongo  

 

 

Panizza-le-mille-porteRoberta Panizza, laureatasi presso l’università di Bologna, insegna e vive in Trentino .
Ha sempre amato la lettura; per questo è stato inevitabile l’incontro, con la Poesia.
Nel 2003 è risultata vincitrice del concorso “ Halere Artem” di Aletti Editore. La sua poesia e segnalata in vari concorsi ed è presente in molte raccolte antologiche.
“Le mille Porte” è una raccolta di 47 liriche con la prefazione di Giuseppe Risica, che n’evidenzia l’arricchimento poetico: << Ogni emozione, vissuta o solamente immaginata, costituisce un humus indispensabile dal quale la Panizza trae linfa per nutrire la sua poesia…>>.
La copertina, con immagine di una porta e una chiave, del titolo “Toppa”, di Ornella Di Scala, c’introduce nell’intima lettura delle emozioni di vita, della poetessa.
Ho letto con attenzione i versi della Panizza, con il pensiero e lo sguardo oltre quella toppa, ho cercato di sentire il palpito della poesia .
Forti delusioni dei sentimenti avvolgono il cuore della poetessa, che nella poesia abbraccia, e ci consente di percorrere un intimo cammino di solitudine, di commozione e di sofferenza interiore:
<< Un laggiù/ che prima era qui. / so che non vedo / mi perdo/ Ti trovo>>; << Ancora gocce / e non è rugiada>>; << La vera morte … l’indifferenza>>; << Nel nero della tristezza / ‘abisso dei sentimenti>>;
Dalla poesia:“LE MILLE PORTE” , che ne riporta il titolo della raccolta:
 forti delusioni dei sentimenti, avvolgono il cuore della poetessa Panizza .
Ma a leggere la poetica della Panizza, è leggiadro il velato desiderio dei colori per l’ abbraccio della primavera , un nuovo orizzonte, nella quiete dell’anima:
<< Sulle rive del fiume/ orfani versi/ la corrente rapisce/ cuori nell’attesa/ chi è partito e ritorna >>; << lo so che mi aspettavi/ di porte sempre chiuse/ se prodiga d’ali per l’anima>>; 
Nello scorrere delle liriche, l’autrice si scopre, e vola alto, con la bellezza dell’amore puro:
<< berrò il tuo viso/ nel luccichio / di lacrime senza dolore>> , e con la poesia ASIA 2002 :<< Gia conosci/ bambina/ il dolore profondo/di una sconvolta/ innocenza.>>.
La poetessa, sprigiona con forza la sua voglia di vita: << m’assopisco senza dormire/ Vivo tutta>>, come il fiorire di un fiore.
Quelli di Panizza, sono versi che ci aiutano alla riflessione della vita, per la capacità di essere reali, nell’immagine di un sogno.
Leggeremo ancora e con passione, i versi di Roberta Panizza, la Sua Poesia, sboccia dal cuore ed è un cuore che palpita in libertà; percosso poetico che non potrà essere che multicolore per inebriare ed appassionarci di future letture.

 

LE MILLE PORTE di Roberta Panizza
Aletti Editore, Ed. 2003 – pag. 62  – Euro10.00  Codice ISBN 88 87860 65 3

 

di Michele Luongo  ©Riproduzione riservata
                  (08/07/2015)

 

ViaCialdini è su www.facebook.com/viacialdini e su Twitter: @ViaCialdini