Gusella, sulla Fotografia e Oltre

3 votes
image_pdfimage_print

“Sulla fotografia e oltre” è un attraversamento, o meglio un percorso narrativo tra immagini e parole che delineano una mappatura della fotografia del Novecento e del primo decennio del nuovo millennio con uno sguardo al passato e uno slancio al presente, soprattutto italiano.
Redazione

  

Gusella-sulla-fotografia-e-oltreUn viaggio  affascinante e coinvolgente dentro e oltre l’immagine fotografica.  Una narrazione visiva dentro la quale il lettore ha la possibilità di immergersi. Enrico Gusella in questo suo suggestivo volume esplora la vita e l’opera di alcuni tra i fotografi che più hanno contribuito a rendere interessante e compiuta l’arte fotografica nel nostro tempo.
Attento interprete dell’opera degli artisti selezionati, Gusella scandaglia nella sua analisi discipline e generi a cui questi creativi sono legati, fornendoci una panoramica approfondita sia della loro poetica che del loro modo di intendere il mezzo fotografico. L’intento è quello di delineare una sorta di geografia della narrazione fotografica e approfondire le visioni più interessanti di quegli interpreti del reale che hanno scelto di mettere in campo visioni proprie e singolari pur servendosi di un medium mimetico e appartenente all’epoca della riproducibilità tecnica come la fotografia.

L’ampia analisi dell’autore si articola in otto capitoli, ognuno dei quali ricomprende una serie di saggi dedicati a fotografi di fama internazionale.

Il volume si apre con un’intervista a Mimmo Jodice e al suo modo speciale dell’autore di percepire la sua città natale, Napoli. Prosegue con una prima grande sezione denominata “Paesaggi”, che tra i tanti comprende testi dedicati a grandi fotografi italiani quali Gabriele Basilico, Elio Ciol, Franco Fontana, Giovanni Chiaramonte, Vittorio Storaro, Guido Guidi, Ugo Mulas, Luca Campigotto, Olivo Barbieri, Francesco Jodice. E nella pattuglia dei fotografi padovani indagati da Gusella, toccante e profondo è il testo sull’opera di Luccia Danesin: “Soglie, la fotografia come narrazione degli affetti”, in cui l’autore esplora acutamente l’aspetto affettivo, della rimembranza e dell’eleborazione del lutto attraverso la ripresa di putti, angeli scrostati , sculture funerarie nel Camposanto di Padova, che Luccia Danesin realizzò oltre un decennio fa.

Del fotoreporter Enrico  Bossan, è invece “Injera. La salute possibile”,  un reportage fotografico promosso dal CUAMM – Medici per l’Africa, e che fu presentato nel Chiostro Luca  Belludi, interno alla Bssilica del Santo, quale testimonianza della vita e della società etiope ma anche della realtà sanitaria di un luogo. E del fotografo di origine toscana, ma padovano d’adozione,  Giovanni Umicini, è  l’ampia e vasta rappresentazione della città del Santo e  dei suoi diversi protagonisti, con le persone e le piazze, i luoghi più noti e suggestivi, ovvero con le realtà che la rendono quotidianamente viva.

Ma altri ancora sono i fotografi oggetto delle ricerche di Gusella, i quali a loro volta  investono  straordinari luoghi : come Parigi in Robert Doisneau, la Yosemite Valley in Ansel Adams, lo svizzero cantore dei paesaggi alpini come Albert Steiner,  “Roma-Pompei” di Gianni Berengo Gardin e Aurelio Amendola, o ancora  Walter Niedermayr, “Tra presenza e assenza”. Il percorso prosegue con il capitolo dedicato al “Reportage”. Qui, tra gli altri, sono i luoghi e le storie di Gianni Berengo Gardin, Enrico Bossan, Davide Ferrario, l’Agenzia VII, Gordon Parks, Raffaello Bassotto.  La terza sezione è dedicata al tema dei “Corpi”, dove sono presenti fotografi del calibro di Helmut Newton, Nan Goldin, Cindy Sherman, Stanley Kubrick, Spencer Tunick e David LaChapelle. A seguire la sezione “Astrazioni”, che approfondisce la poetica di grandi artisti quali Man Ray, Franco Vaccari, Mario Schifano, Leo Matiz, e di grandi testimoni della contemporaneità quali Thomas Ruff, Roni Horn, Douglas  Gordon.

A conclusione dell’ampio excursus due capitoli affrontano le ricerche specifiche sul rapporto testo-immagine in relazione all’opera poetica di Diego Valeri, e il tema del collezionismo attraverso la Fondazione di Venezia con il famoso Archivio Italo Zannier, la Fondazione Fotografia Modena, la collezione Fabio Castelli  e  quella del collezionista veneziano Mario Trevisan.

“SULLA FOTOGRAFIA E OLTRE” di Enrico Gusella, Allemandi & C. 2014, Collana “I Testimoni dell’Arte” Euro 28,00 – ISBN 978-88-422-2297-2.

Il libro, prossimamente sarà presentato:
A Padova alla Feltrinelli, via S. Francesco, 7 –  giovedì 12 marzo 2015 ore 18.15 
A  Trento alla biblioteca comunale- via Roma, 17.30, il 24 arzo 2015 ore 17.30

 

   Redazione
(07/03/2015)

 

ViaCialdini è su www.facebook.com/viacialdini e su Twitter: @ViaCialdini