Interiore analisi di vita

1 voto
image_pdfimage_print

Analisi della vita interiore. Il monte che prima s’innalzava altissimo sembra ben misera cosa. L’appello all’interiorità che Petrarca rinnova in termini agostiniani non suona isolamento, ma esaltazione.

Redazione

 

Petrarca-umanesimo interiore-vitaRitirarsi in solitudine significa per Petrarca ritrovare tutta al ricchezza della propria interiorità, ritrovare il contatto con Dio, aprirsi la strada a un valido contatto col prossimo. La solitudine non era monastico ritiro in barbaro isolamento, ma iniziazione a una società più vera, a una chantas effettiva. L’appello all’interiorità che Petrarca rinnova in termini agostiniani non suona isolamento, ma esaltazione del mondo umano, del mondo dei valori e dell’azione, del linguaggio e della società che congiunge oltre il tempo e lo spazio, oltre ogni limite.

La celebra epistola a frate Dionigi da Borgo San Sepolcro, ove descrive la scesa sul monte Ventoso, è la presentazione vivissima di questa conversione dalla natura allo spirito, necessaria premessa per una nuova valutazione del regno dello spirito. << E come Antonio, udite queste parole, più non cercò; come Agostino, dopo tale lettura, non andò più oltre; così io in queste brevi frasi silenziosamente riflettendo compresi tutta la stoltezza dell’uomo che, trascurato ciò che possiede di più nobile, si disperde nelle molte cose esterne, e quasi svanisce nelle parvenze del mondo esteriore, cercando fuori quello che dentro di se già possedeva >>.

Il monte che prima s’innalzava altissimo sembra ben misera cosa; << ne guardai la cima – esclama il poeta – e più non raggiungeva un cubito confrontata all’abissale profondità della contemplazione umana >>.

La ricchezza di Petrarca è forse tutta qui, nell’insistenza su queste esperienze fondamentali con cui l’uomo, stracciato il velo dell’interiore illusione che lo chiude a se stesso, si ritrova nella propria miseria e nella propria nobiltà.

Dal libro: “Umanesimo Italiano”  Filosofia e vita civile nel rinascimento – di Eugenio Garin – Ed. Laterza & Figli – 1993 – supplemento speciale del quotidiano “ Il Giornale”

 

    Redazione
  (12/09/2016)

 

 

ViaCialdini è su www.facebook.com/viacialdini e su Twitter: @ViaCialdini