Corso per imprenditori agricoli

2 votes
image_pdfimage_print

Inaugurato oggi con l’assessore provinciale all’agricoltura il nuovo corso delle 600 ore e consegnati i brevetti a 87 nuovi imprenditori.

Redazione

 

corso-imprenditori-agricolill corso per imprenditori agricoli compie 30 anni, sono più di 2000 gli imprenditori agricoli formati alla Fondazione Edmund Mach dal 1986 ad oggi grazie al corso di qualificazione professionale delle 600 ore. Il trend delle iscrizioni è in continua crescita: dalle 60 adesioni registrate nel 2007 si è passati alle oltre 120 iscrizioni dell’edizione 2016-18. Tre anni fa è stata introdotta una apposita selezione per far fronte all’elevato numero di iscritti e garantire al contempo una offerta formativa di qualità.

Oggi 60 giovani hanno iniziato il nuovo corso di formazione biennale. Durante la cerimonia sono stati consegnati i brevetti a 87 imprenditori che hanno concluso il percorso 2014-2016. La percentuale femminile si è stabilizzata a intorno al 20 %, un imprenditore su dieci ha in mano una laurea e più della metà ha un titolo di scuola superiore.

 In apertura con un video messaggio è arrivato il saluto del Presidente FEM, Andrea Segrè. Alla cerimonia sono intervenuti l’assessore provinciale all’agricoltura, il direttore generale Sergio Menapace, il coordinatore della formazione professionale, Michele Covi, e gli organizzatori del corso, Paolo Dalla Valle e Carlo Micheli

L’assessore all’agricoltura ha assicurato l’attenzione da parte della Provincia autonoma di Trento verso il tessuto agricolo trentino. “Non basta occuparsi del proprio settore -ha detto-, ma occorre guardare alla società in cui viviamo e ai rapporti col mondo del turismo. C’ è spazio per tutti, ma soprattutto per chi ha buona volontà”. Il corso – ha sottolineato il direttore generale FEM Sergio Menapace – ha l’obiettivo e l’ambizione “non solo di trasmettere nozioni tecnico-scientifiche, ma di accrescere anche il senso di appartenenza alla società civile, al fine di motivare e rievocare la storia contadina, quale veicolo di attrattività per l’intero sistema trentino”.

L’iniziativa si inserisce nell’ambito dell’attività di qualificazione professionale agricola programmata dal Centro Istruzione e formazione grazie al finanziamento della Provincia autonoma di Trento ed è rivolta ai giovani di età compresa tra 18 e 40 anni che intendono insediarsi in agricoltura, e quindi ottenere il premio di primo insediamento in azienda agricola, ma che non sono in possesso di un titolo di studio rilasciato da una scuola superiore o da un’università di carattere agrario. L’obiettivo è garantire l’acquisizione di una serie di competenze mirate alla corretta gestione di un’azienda agricola ed il conseguimento del brevetto professionale di imprenditore agricolo.

I numeri del corso per imprenditori agricoli
 * Iscrizioni
 2006/08 60
 2007/09 70
 2008/10 75
 2009/11 90
 2010/12 90
 2011/13 110
 2012/14 120
 2013/15 139
 2014/16 170 di cui 90 ammessi al corso
 2015/17 160 di cui 65 ammessi al corso
 2016/18 120 di cui 60 ammessi al corso
  *Partecipazione femminile
 per alcuni anni in costante crescita (fino a punte massime del 35%), si è ormai stabilizzata intorno al 20% delle adesioni

Titolo di studio ammessi al corso:
diploma di laurea 8%
diploma scuola superiore 51%
qualifica professionale 25%
licenza scuola media 16%

Sul sito fmach.it tutti i nomi di chi ha conseguito il brevetto di imprenditore agricolo nel percorso. https://www.ufficiostampa.provincia.tn.it

 

    Redazione
 (22/11/2016)

 

ViaCialdini è su www.facebook.com/viacialdini e su Twitter: @ViaCialdini