Viote abbandono dello sfalcio dei prati

1 voto
image_pdfimage_print

Abbandono dello sfalcio nei prati della conca delle Viote, quasi tutti di proprietà di Provincia e Comuni, assenza di un progetto di valorizzazione Turistico/Ambientale.

di Claudio Civettini    

 

Viote abbandono dello sfalcio dei pratiMonte Bondone, assenza di un progetto di valorizzazione Turistico/Ambientale. Stato abbandono per scelta politica? Agricoltura di Montagna e Istituzione di un Parco Territoriale. Quali le intenzioni della Giunta Provinciale?

Sulla valorizzazione del monte Bondone, in questi anni, si sono non a caso concentrati numerosi atti ispettivi senza però, purtroppo, riuscire a sortire alcun effetto sperato. Di qui la necessità di sottoporre nuovamente all’attenzione della Giunta provinciale la questione della valorizzazione turistico/ambientale del monte Bondone, non solo, chiaramente, per sondare genericamente le intenzioni dell’Amministrazione ma anche per sapere se intenda o meno portare avanti quelli che parrebbero, alla luce di molti cittadini ed esperti, interventi di grande importanza se non proprio fondamentali.

Dopo fiumi di parole e fallimenti annunciati, si sta parlando, per esempio, da una parte della realizzazione di piccole iniziative che favoriscano il ritorno ad una agricoltura di montagna qualificata e al pascolo, e, dall’altro, di attività che evitino il possibile – e preoccupante – abbandono dello sfalcio nei prati della conca delle Viote, quasi tutti di proprietà di Provincia e Comuni, con evoluzione verso una foresta fitta. Di qui, appunto, l’esigenza di sondare con un atto ispettivo quali siano, rispetto a siffatta questione, le intenzioni operative nel breve e medio periodo da parte dell’Amministrazione provinciale.

 

    Cons. Claudio Civettini
     Lista Civica Trentina
        (14/06/2017)

 

 

ViaCialdini è su www.facebook.com/viacialdini e su Twitter: @ViaCialdini