Arcobaleno, la fine non si potrà mai vedere

4 votes
image_pdfimage_print

Arcobaleno, 5 cose che non si sa. La fine non si potrà mai vedere, le ore più propizie sono al mattino e verso sera.

Redazione

 

arcobalenoArcobaleno, alzi la mano chi non sa cos’è. Tutti sanno che si tratta di un fenomeno atmosferico molto suggestivo, che avviene quando i raggi del sole incontrano le particelle d’acqua in sospensione dopo un temporale.

Eppure – spiegano gli esperti del sito ilmeteo.it – ci sono almeno 5 cose che forse non si conoscono.

SI PUO’ VEDERE DI NOTTE.
In questo caso non avremo un arcobaleno solare, bensì lunare. E’ molto raro e avviene in condizioni di cielo terso e luce lunare molto intensa e il colore ci apparirà bianco.

DIFFICILE VEDERLI A MEZZOGIORNO.
Le ore più propizie sono al mattino e verso sera, questo perché i raggi solari devono colpire le goccioline d’acqua ad un’angolazione di circa 42°, il che è impossibile nelle ore centrali del giorno, data l’elevazione del sole.

NON PUOI VEDERNE LA FINE.
Una leggenda irlandese dice che alla fine dell’arcobaleno si trova una pentola d’oro. Peccato che la fine non si potrà mai vedere, poiché quando ci spostiamo si sposta anche l’arcobaleno.

DUE PERSONE VICINE NON VEDONO LO STESSO ARCOBALENO.
Questo perché l’arcobaleno è un arco di cerchio il cui centro si trova sulla linea ipotetica che congiunge il sole all’occhio dell’osservatore.

NON POTRAI MAI DISTINGUERNE TUTTI I COLORI.
I colori dell’arcobaleno sono milioni, ma l’occhio li racchiude dei 7 colori che tutti conosciamo (rosso, arancione, giallo, verde, blu, indaco, violetto).  (http://www.adnkronos.com ).

 

    Redazione
  (24/12/2016)

 

ViaCialdini è su www.facebook.com/viacialdini e su Twitter: @ViaCialdini