Trump, sarà il nuovo Presidente degli Stati Uniti

14 votes
image_pdfimage_print

Oramai ha raggiunto la maggioranza dei grandi elettori, manca solo l’ufficialità , ma non ci sono più dubbi Donald J. Trump sarà il nuovo presidente degli Stati Uniti. Sia la Camera dei rappresentanti, sia il Senato, saranno saldamente in mano al Partito repubblicano
di Michele Luongo

 

Trump-presidente
Donald J. Trump

Dai primi risultati dalle urne, a dispetto di ogni sondaggio, emerge che gli americani abbiano scelto Donald J. Trump quale 45esimo presidente degli Stati Uniti. Con la prima conquista degli stati chiavi tra cui Ohio, Florida e North Carolina, il candidato repubblicano è proiettato alla Casa Bianca. 

Non nascondo un piccolo piacere per la vittoria di Trump, i poteri economici gli avevano creato ad arte contro una macchina da guerra, qualsiasi cosa dicesse o facesse era negativa e in molti ci sono cascati in pieno, addirittura sui media, l’immagine di Trump sembrava sempre quella di una persona brutta e arrabbiata, mentre la “poverina” Clinton era la magnificenza assoluta, sorridente, rassicurante. Una tale forzatura che mi aveva spinto a scrivere l’articolo “…Voterei per Trump”.  Sì, perché, come il solito, la stampa non era obiettiva, la Clinton non aveva fornito prova esaltante sulla scena internazionale e la storia dell’email che ha messo a rischio il sistema sicurezza americano, non era proprio una “cosina” da nulla e si sottovalutava il messaggio diretto di Trump verso gli elettori.

Quell’insieme che detiene il potere economico aveva puntato senza indugio su Hillary Clinton, credendo a una facile vittoria, aveva creato e lanciato la personificazione della candidata perfetta, tanto che nella lunga e infuocata campagna elettorale, senza esclusione di colpi bassi, è sembrato che Trump fosse il solo a credere nella sua elezione.

Donald J. Trump, è andato avanti per la sua strada, nei salotti “buoni” lo deridevano, e lui si rivolgeva agli americani, continuamente, comunicava con il popolo, i suoi erano messaggi diretti. Ho avuto il piacere di essere a Washington e a New York fino a pochi giorni prima delle elezioni ed era evidente che quel popolo aveva ben capito il messaggio di Trump, invece quell’ “Alta Politica” continuava a ignorare l’elettorato dando tutto per scontato.  

L’America ancora una volta ci ha regalato una grande lezione di politica. Ha sottolineato il valore assoluto del Popolo, questo non potrà mai essere ignorato, snobbato. Non c’è Nazione, non c’è Politica, se non è presente il Popolo. 

La maratona dell’Election Day, oramai è agli sgoccioli Trump ha raggiunto la maggioranza dei grandi elettori, manca solo l’ufficialità, ma non ci sono più dubbi Donald J. Trump sarà il nuovo presidente degli Stati Uniti. Sia la Camera dei rappresentanti, sia il Senato, saranno saldamente in mano al Partito repubblicano.

Gli Stati Uniti sono una Grande Nazione e il presidente non è un uomo solo, ha uno staff, un apparato e Donald J. Trump sarà il Presidente del Popolo americano.

 

di Michele Luongo ©Riproduzione riservata
                  (09/11/2016)

 

 

ViaCialdini è su www.facebook.com/viacialdini e su Twitter: @ViaCialdini