Brimi, contadini di montagna

1 voto
image_pdfimage_print

La Brimi conta 1.250 soci-contadini di montagna che allevano una media di 8 mucche per stalla. La produzione è di circa 7.000 chilogrammi di latte all’anno per mucca, per un totale di circa 96,6 milioni di chilogrammi di latte annui.
Redazione

 

agricoltura di montagna

Bolzano –  Agricoltura di montagna, ampliare la collaborazione. L’assessore provinciale all’agricoltura Arnold Schuler assieme al collega della Provincia di Trento, Michele Dallapiccola, e a Giovanni Fava, collega della Regione Lombardia, hanno fatto visita ieri allo stabilimento della Brimi e alla cooperativa Melix Brixen che si trovano entrambe a Varna, nonché al Centro di sperimentazione Laimburg.

Nel settore dell’agricoltura di montagna, come ha detto l’assessore Schuler, intendiamo collaborare maggiormente scambiando conoscenze al fine di portare avanti sviluppi futuribili. In tal senso a breve seguiranno ulteriori incontri con i colleghi trentino e lombardo per definire strategie comuni dove le conoscenze acquisite serviranno ai fini innovativi.

Un indirizzo condiviso da entrambi gli assessori Dallapiccola e Fava, che hanno espresso la convinzione della bontà dello scambio e delle sinergie nel settore dell’agricoltura di montagna. È importante, come ha detto l’assessore Schuler rafforzare la rete delle regioni dell’arco alpino in questo ambito. Assieme i tre assessori hanno potuto visitare due realtà economiche locali di rilievo, la Brimi e la Melix.

La Brimi conta 1.250 soci-contadini di montagna che allevano una media di 8 mucche per stalla. La produzione è di circa 7.000 chilogrammi di latte all’anno per mucca, per un totale di circa 96,6 milioni di chilogrammi di latte annui, di cui circa 1,8 milioni di chilogrammi di latte biologico. Inoltre ci sono 85 milioni di euro di fatturato annuo con un mercato all’84% nazionale, e per il 16% estero: 156 i collaboratori.

Fondata nel 1944, la cooperativa “Melix Brixen”, dal 1945 fa parte di Vog e, sotto questo nome, ben 169 soci coltivano una superficie di 564,10 ettari. Nel 2015 hanno fornito una quantità di frutta pari a 31,2 milioni di chilogrammi. La storia della Melix inizia nel 1944, quando alcuni frutticoltori fondarono la Cooperativa Frutticoltori Bressanone. All’inizio i raccolti ridotti venivano conservati in svariati magazzini, ma la loro costante crescita rese necessaria, nel 1961, la realizzazione del primo magazzino nei pressi della stazione ferroviaria di Bressanone.

Negli anni a seguire, l’impianto si sviluppò e vennero introdotti macchinari sempre più innovativi come nuove cernitrici, linee d’imballaggio, sezioni per gli uffici e per la lavorazione, ampliando e modernizzando tutte le strutture. Un’ulteriore pietra miliare nella storia della cooperativa venne posata nel 2000, dalla fusione con la Cooperativa produttori sementi della Valle Isarco, i cui edifici furono modernizzati nel 2004. 8 Fonte: http://altoadige.gelocal.it/ )

 

    Redazione
 (16/01/2017)

 

 

ViaCialdini è su www.facebook.com/viacialdini e su Twitter: @ViaCialdini