Sinfonica, rassegna autunno veronese

0 voti
image_pdfimage_print

Sinfonica, rassegna autunno veronese. Il XXV Settembre dell’accademia festeggia e raddoppia: 7 Concerti fuori abbonamento ad ingresso libero che si aggiungono al Cartellone Principale E +10% di Abbonamenti.
Redazione

 

Sinfonica-Ensemble-Accademia-Filarmonica-rassegna
Ensemble Accademia Filarmonica

Verona – È ai blocchi di partenza la XXV edizione del Settembre dell’Accademia, rassegna che già da un quarto di secolo arricchisce l’autunno veronese con il meglio della musica sinfonica internazionale e dal 7 settembre al 7 ottobre 2016 porterà ancora una volta sul palcoscenico del Teatro Filarmonico di Verona raffinati programmi musicali affidati a blasonate orchestre internazionali e a direttori e solisti di prestigio.
La rassegna che apre l’autunno veronese con il meglio della musica sinfonica internazionale compie 25 anni e festeggia affiancando al cartellone principale un ricco programma di 7 concerti fuori abbonamento e ad ingresso libero con protagonisti artisti veronesi e veneti di prestigio internazionale. Ottimi i risultati della campagna abbonamenti che registra un + 10% rispetto al 2015. Da lunedì 29 agosto in vendita i biglietti per i singoli concerti. 

Un compleanno importante, 25 anni di attività, ideale punto di arrivo di una lunga stagione che ha portato l’Accademia Filarmonica di Verona, come da sua ininterrotta tradizione di oltre quattro secoli, ad essere promotrice di musica e cultura e fondamentale crocevia musicale italiano. Un traguardo che viene festeggiato anche con un importante regalo per il pubblico: 7 concerti fuori abbonamento ad ingresso gratuito che si aggiungono al cartellone principale, dall’11 settembre al 10 ottobre, ospitati, oltre che in Sala Maffeiana, in altri luoghi suggestivi di Verona.  

E il pubblico del Settembre dell’Accademia ha confermato affezione e apprezzamento per il lavoro dell’Accademia Filarmonica. A dimostrarlo sono i risultati della campagna abbonamenti: + 10% tra rinnovi e nuovi abbonati rispetto al 2015. Ricordiamo che i biglietti per i singoli concerti del cartellone principale (prezzi da 15 a 70 euro) sono in vendita da lunedì 29 agosto presso la biglietteria di via Roma 3 e su www.geticket.it

I Concerti fuori abbonamento
Il ricco cartellone di concerti fuori abbonamento e ad ingresso libero vuole coinvolgere più largamente la città e i suoi ospiti in una ampia dimensione nella quale la musica trova spazio al di fuori del Teatro Filarmonico: in Sala Maffeiana, nelle chiese, presso l’Università di Verona.

Si parte domenica 11 settembre alle ore 18.30 in Sala Maffeiana del Teatro Filarmonico con Paolo Valerio, attore, regista e direttore artistico del Teatro Nuovo di Verona, che sarà la voce recitante ne La storia di Babar l’elefantino di Francis Poulenc e in Pierino e il Lupo di Sergej Prokof’ev, accompagnato al pianoforte da Sabrina Reale. Il concerto, in orario pomeridiano, è stato espressamente pensato dall’Accademia Filarmonica per avvicinare alla musica il pubblico più giovane.

Giocano in casa anche I Virtuosi Italiani, orchestra nata a Verona ma da un ventennio fra le formazioni più attive e versatili nel panorama artistico internazionale, che insieme al Coro veronese Marc’Antonio Ingnegneri diretto da Luigi Azzolini eseguiranno mercoledì 14 settembre alle ore 20.30 nella Chiesa di San Nicolò in Arena il Requiem K626 di Wolfgang Amadeus Mozart.

Dedicato al pianoforte l’appuntamento di lunedì 19 settembre alle ore 20.30 in Sala Maffeiana: la pianista di origine giapponese Mikiko Koh sarà protagonista di un recital con musiche di Debussy, Ravel e Chopin.

Mercoledì 21 settembre alle ore 20.30 in Sala Maffeiana il Junges Musikpodium Dresden-Venedig – fondato nel 1999 con lo scopo di ridare vita al rapporto storico-musicale tra Dresda e Venezia e formato dai migliori talenti del Liceo musicale statale di Dresda e dai loro coetanei del Veneto – presenta con la direzione di Stefano Montanari e con il soprano Giulia Bolcato e il liutista Ivano Zanenghi un concerto dal titolo Lotta fra giganti, con musiche di Georg Friedrich Händel, Nicola Porpora e Antonio Vivaldi. Il concerto è patrocinato dall’Ambasciata della Repubblica Federale di Germania.

La Basilica di San Zeno è l’affascinante scenario del concerto di sabato 24 settembre quando, alle ore 20.30, l’Orchestra Filarmonica Italiana e il Coro Città di Piazzola sul Brenta, diretti da Giovanni Petterlini, eseguiranno la Messa in do maggiore op. 86 di Ludwig van Beethoven, commissionata nel 1807 al musicista dal Principe Nicola II Esterházy per il compleanno della moglie, e l’Ouverture Coriolano op. 62

L’ensemble dell’Accademia Filarmonica di Verona diretta dal violinista Alberto Martini presenta mercoledì 5 ottobre alle ore 20.30 nell’Aula Magna del Polo Didattico “Giorgio Zanotto” dell’Università di Verona le celebri “Quattro stagioni” di Antonio Vivaldi affiancate, con un salto di due secoli e mezzo, alle “Las cuatro estaciones porteñas” di Astor Piazzola.

L’ultimo appuntamento dei concerti fuori abbonamento è lunedì 10 ottobre alle ore 20.30 in Sala Maffeiana con il debutto a Verona della Theresia Youth Baroque Orchestra, formata da giovani talenti provenienti da tutta Europa e diretta da Claudio Astronio che eseguirà musiche di Joseph Martin Kraus, Ouverture da Proserpin e Sinfonia in mi minore VB141 e di Wolfgang Amadeus Mozart, Ouverture da Mitridate re di Ponto e Sinfonia n. 29 in la maggiore K 201.

Dalla London Symphony Orchestra che torna ad aprire il Settembre dell’Accademia diretta da Gianandrea Noseda (7 settembre), all’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino per la prima volta al Settembre dell’Accademia guidata dal leggendario Zubin Mehta (12 settembre); dai Bamberger Symphoniker che debuttano nella rassegna diretti da Christoph Eschenbach con il pianista Saleem Abboud Ashkar (17 settembre), alla Filarmonica della Scala diretta da Riccardo Chailly con la stella del pianoforte Daniil Trifonov (22 settembre), all’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia diretta da Sir Antonio Pappano con il violinista di origine israeliana Gil Shaham (25 settembre). A fare gli onori di casa l’Orchestra della Fondazione Arena di Verona diretta dal veneziano Francesco Ommassini con il giovanissimo pianista canadese di origine polacca Jan Lisiecki (28 settembre). Un recital del pianista Alexander Lonquich (4 ottobre) e la Mahler Chamber Orchestra diretta da Daniel Harding (7 ottobre) concludono il cartellone.
Info:  www.accademiafilarmonica.org   –  www.geticket.it

 

    Redazione
 (26/08/2016)

 

ViaCialdini è su www.facebook.com/viacialdini e su Twitter: @ViaCialdini