Pesca a mosca, riapre la Marinolde

0 voti
image_pdfimage_print

Pesca a mosca. Riserva no-kill sul rio Rabbiés, Si tratta della riserva no-kill Le Marinolde, popolata da trote Marmorate e Fario selvatiche molto combattive.
Redazione

 

Pesca-a- mosca-trentino-fishing_alessandro-seletti_valle-dei-laghiNella valle del Parco nazionale dello Stelvio riapre dopo 29 anni di divieto la zona Le Marinolde, popolata da trote Fario e Marmorate, dove si potrà pescare esclusivamente a mosca. 
 Il Trentino è un territorio ricco di biodiversità grazie ad una presenza diffusa di ambienti tutelati – parchi e riserve naturali, zone di protezione grandi e piccole – e di una superficie forestale che copre circa il 60% del totale e accoglie tutte le specie più significative della fauna alpina.
A beneficiare di questa condizione è naturalmente anche il patrimonio idrico e ittico che può contare su una grande varietà di ambienti acquatici di alto pregio.

Le circa 350 zone a disposizione dei pescatori, molte delle quali riservate alla tecnica “catch&release” e gestite da 33 associazioni, fanno del Trentino una meta ideale per chi ama la pesca. I grandi laghi, i laghetti alpini tra le montagne, i torrenti e i fiumi come il Noce, l’Avisio, il Sarca e l’Adige sono le acque più frequentate.

L’avvio della stagione 2016 ha portato alcune novità e tra queste la più rilevante è la riapertura di una riserva sul torrente Rabbiés, a ridosso del Parco nazionale dello Stelvio in Val di Rabbi, laterale della Val di Sole. Si tratta della riserva no-kill Le Marinolde, popolata da trote Marmorate e Fario selvatiche molto combattive. Lunga 1 km, è stata ampliata con un nuovo tratto separato di 1,7 km più a valle, dove non si pescava da 29 anni, divieto introdotto per garantire la riproduzione naturale.

Riaperta il 6 marzo, è accessibile previa prenotazione obbligatoria (telefonando al numero 328-4566771 dalle 9 alle 12.30). Vi sono ammessi solo 4 pescatori al giorno e il permesso ha un costo di 25 euro.

La sola tecnica consentita è con canna per la pesca a mosca con coda di topo e massimo 2 mosche. I mesi migliori sono aprile, maggio, giugno e settembre. In luglio e agosto preferibilmente la sera o la mattina.
Info: www.pescatorisolandri.com

 

    Redazione
 (25/03/2016)

 

 

ViaCialdini è su www.facebook.com/viacialdini e su Twitter: @ViaCialdini