Nuova Casa della Musica a Innsbruck

4 votes
image_pdfimage_print

Nuova Casa della Musica di Innsbruck, un edificio moderno, trasparente, a forma di parallelepipedo, un luogo d’incontro culturale nella cittadina alpina austriaca. La terrazza una spettacolare vista sul Palazzo Imperiale.
di Michele Luongo

Nuova Casa della Musica di Innsbruck
Nuova Casa della Musica di Innsbruck

Il Festival di Musica Antica di Innsbruck è uno dei maggiori festival internazionali, una fama conquistata con dedizione e professionalità organizzativa, e un cartellone di grandi interpreti sul palcoscenico con la sapiente integrazione delle nuove generazioni.

Una professionalità che non lascia nulla al caso, già nel corso dello svolgimento della 42esima edizione del Festwochen der Alten Musik, 2018, in agosto, lo staff organizzativo e il direttore artistico Alessandro De Marchi, hanno indetto una conferenza stampa per anticipare le opere prescelte per l’edizione 2019 del Festival.

Sarà, infatti, “Merope” di Riccardo Boschi ad aprire il Festival di Musica Antica di Innsbruck. Poi, “Ottone, Rè di Germania” di Georg Friedrich Händel, diretta da Fabrizio Ventura, con il cast, composto da vincitori e partecipanti al concorso Cesti 2018. E l’opera “La Dori, ovvero Lo schiavo regio” di Pietro Antonio Cesti, diretta da Ottavio Danton.

Ma la conferenza stampa di agosto oltre che ad accennare al programma della 43esima edizione 2019 del festival, è stata anche l’occasione per presentare alla stampa internazionale la nuova sede del Tiroler Landestheater di Innsbruck.

La qualità e la professionalità si distinguono oltre che vivere il proprio tempo anche e soprattutto nel sapere guardare lontano, e il dinamismo economico amministrativo deve sapere coinvolgere la comunità, è il caso della cittadina austriaca, dando alla luce l’Haus der Musik Innsbruck.

La nuova Casa della Musica di Innsbruck, progettata da Erich Strolz, di cui abbiamo avuto il piacere, dopo la conferenza stampa, di visitare in anteprima, rilasciando tutto il suo fascino della realizzazione tecnica progettuale. Una struttura moderna che va ad inserirsi nel quartiere culturale della città alpina, sarà sede dell’Orchestra sinfonica tirolese Innsbruck, del Festival di Innsbruck della musica antica, del Conservatorio statale tirolese, Università di Innsbruck, Istituto di musicologi, dell’Università Mozarteum, sede dei Maestri e concerti da camera, della Brass Band Tyrol, dell’Associazione cantante tirolese, del Club di musica popolare tirolese, e della Biblioteca House di Music Innsbruck.

Struttura trasparente, a forma di parallelepipedo con grandi vetrate, a fianco ed in comunicazione allo storico Tiroler Landestheater, con illuminazione e tecnologia d’avanguardia, e particolare attenzione all’acustica, il palcoscenico girevole, sale concerto, due teatri, una biblioteca, un bar, un ristorante e circa 400 aule studio.  Il Foyer Tyrol, versatile, integrato e flessibile, collega le sale per eventi, spettacolare la terrazza con vista sul Palazzo Imperiale.

Detto fatto, l’apertura prevista per il 6 ottobre così è, giusto per sottolineare la serietà, la precisione, come l’inizio dell’orario degli spettacoli, non semplice opzionale ma è regola di quando le cose sono fatte bene. 

Apertura ingresso per tutti e visite guidate. Nella serata il grande concerto con la Tiroler Symphonieorchester Innsbruck, nella Sala Grande, l’evento dell’inaugurazione della Nuova Casa della Musica di Innsbruck,   proseguirà con un ricco programma. Benvenuti nella nuova Haus der Musik Innsbruck.
( https://www.haus-der-musik-innsbruck.at   –  https://www.altemusik.at  )

 

di Michele Luongo ©Riproduzione riservata
                  (06/10/2018)

 

 

ViaCialdini è su www.facebook.com/viacialdini e su Twitter: @ViaCialdini