Waitress, il sogno della realtà

6 voti
image_pdfimage_print

Waitress, il sogno della realtà. Broadway, il Musical Waitress, nella passione, nella sofferenza, nell’amor, ha ritmo, musicalità, e una piacevole immagine scenica.  
di Michele Luongo  

Waitress, il sogno della realtà
Waitress, al Brooks Atkinson Theater di Broadway a Manhattan

Al Brooks Atkinson Theater di Broadway a Manhattan, New York, il Musical Waitress, ricette d’amore, su libretto di Jessie Nelson, musiche e testi di Sara Bareilles, diretto da Adrienne Shelly.  Lo spettacolo si sviluppa nella complessità dell’insoddisfazione della protagonista Jenna.

Jenna, è cameriera, Waitress al Joe’s Diner, locale easy, colorato, con bella musica, ha passione per la pasticceria, e sul lavoro con le colleghe Dawn e Becky, condivide i sogni e la sofferenza di un rapporto col marito Earl, privo di armonia, prepotente, e incline all’abuso di alcool.

La commedia ha vivacità, gaffe e i sottintendi con un piacevole ritmo musicale, ora country ora con ballate. Le giornate sembrano scorrere tutte uguali al Joe’s Dinner per le cameriere Becky ,Dawn, Jenna, e al cuoco Cal, quando un mattino dopo aver servito lo scontroso proprietario Joe, Jeanna ha un nausea, le amiche l’accompagnano in bagno e le consigliano di fare un test di gravidanza. Ma Jenna non vuole il bambino di un marito ubriaco, anche se lo difende, le colleghe insistono. Jenna si rifugia nel cucinare torte per il giorno dopo.  

Jenna si reca allo studio ginecologico portando una torta per regalarla alla dottoressa di fiducia, qui scopre che è stata sostituita dal giovane Dr. Pomatter. Momenti di esilarante imbarazzo. Poi, la conferma della gravidanza. Jenna confida la non piacevole notizia, m decide di mantenere il bambino e regala la torta al dottore.

Una volta a casa ritrova il marito arrabbiato perché è stato licenziato, prova a consolarlo, ma incontra l’ira di Earl che cerca di picchiarla, allora le rivela di essere incinta. Ma l’uomo intima alla moglie di promettere che una volta nato non amerà il bambino/a più di quanto ami lui.

Alla caffetteria Jenna decida di partecipare a un concorso per la migliore torta, sognando di andare via da Earl. Le giornate e i mesi passano con relazioni e strepitosi momenti scenici come la storia d’amore, un colpo di fulmine di Dawn con Ogie. Preso d’amore, invaghito, si presenta di primo mattino al locale proclamando tutto il suo amore con una travolgente canzone “Never Ever Getting Rid of Me”.  Nel contempo nasce una intensa passione tra Becky e il cuoco manager Cal.

Jenna e il dr. Pomatter s’innamorano, vivono momenti di felicità, ma sono consapevoli, che la loro relazione deve giungere a fine avendo entrambi un marito e una moglie. Dawn e Ogie si sposano nel loro modo, con poesie e balli. Il vecchio proprietario Joe, inviata a ballare Jenna  augurandole fortuna per il concorso di torte e soprattutto a credere in se stessa, comunicando che dovrà sottoporsi a un delicato intervento. Ma sopraggiunge il marito Earl che l’intima di seguirlo a casa, qui, dopo urla e rottura di oggetti, la obbliga ad aprire le federe dei cuscini e dargli i soldi delle mance che aveva nascosto. Distruggendo ogni sogno di fuga e di partecipazione ai concorsi. E’ uno dei momenti più infelici, ma deve trovare la forza di reagire.

Arriva il giorno del parto Jenna si trova circondata dal premuroso dottore Pomatter e dalle amiche   Becky e Dawn, e da un marito disinteressato che le ricorda di mantenere la promessa di amarlo. Jeanne trova il coraggio di dirle che da tempo non l’ama più, e di desiderare il divorzio. L’uomo reagisce con violenti minacce, ma lo intima di andare via e di non farsi più vedere. La bimba si chiamerà Lulu, e con la mamma è un solo abbraccio. Ogie e Dawn invitano Jenna a stare da loro per un po’. Poi, apre la lettera di Joe e scopre che le ha lasciato in eredità la Caffetteria Joe’s Diner.

Jeanne è Stephanie Torns, ha presenza scenica e bel canto, ci accompagna con grazia nel personaggio. Le cameriere e amiche: Dawn è Lennie Klingaman, divertente con le simpaticissime gaffe, perfetta nel personaggio; Backy è Dayna Jarae Dantzler, ha voce e padronanza del movimento, i suoi sottintendi colpiscono e conquistano il pubblico. Benny Elledge è Cal, il cuoco manager della caffetteria, un vero ristoratore. Earl, il marito, è interpretato da Ben Thompson, parte emotivamente non facile, ma i suoi scatti ci ricordano la realtà del dramma. Bravo. Travolgente e coinvolgente Ogie interpretato da Eddie Jemison. Joe, il proprietario del Joe’s Diner, è interpretato da Larry Marshall, ha innegabile maestria nella recitazione.

L’insieme del cast e la band, ci hanno regalato uno spettacolo che si lascia seguire, divertire anche con punti di riflessione, poi canticchiando poi continuare a sognare.
https://waitressthemusical.com  )

 

di Michele Luongo ©Riproduzione riservata
                  (20/05/2019)

 

 

 

ViaCialdini è su www.facebook.com/viacialdini e su Twitter: @ViaCialdini