A Bassano La Summer School

0 voti
image_pdfimage_print

Torna a Bassano La Summer School, un intenso programma di formazione per danzatori e coreografi dai bambini fino ai futuri insegnanti di dance for health. Sono aperte a tutti i performer poiché il metodo di lavoro si deposita su più strati, dando la concreta possibilità al singolo partecipante di conquistare il massimo successo all’interno del proprio percorso.
Redazione

 

 

summer-school
Bassano del Grappa, la Summer School

Bassano del Grappa – Il CSC Casa della danza di Bassano del Grappa, in collaborazione con la rete di insegnanti danza contemporanea NO LIMITA-C-TIONS propone per il secondo anno consecutivo, vista la grande adesione della scorsa edizione, un ricco programma estivo di appuntamenti di formazione per danzatori e coreografi. Le proposte toccano molti linguaggi della danza, sono condotte da alcuni degli artisti e maestri più qualificati, offrono ai coreografi una immersione nella ricerca e nello studio della drammaturgia del movimento, sono rivolte a danzatori di diverse esperienze, dai professionisti ai più giovani, comprendono come parte del percorso la visione di spettacoli e incontri con gli autori, si articolano nella bella città di Bassano, divenuta oramai un centro di riferimento per la danza Europea. 
Il programma 2015 prevede 3 workshop a cura della rete NO LIMITA-C-TIONS, il primo Contemporary dance and partnering, condotto dai norvegesi Vebjorn Sundby e Guro Nagelhus Schia, il cui lavoro pone grande attenzione al flusso del movimento, all’uso della gravità, al percorso del movimento, per ottenere la massima fluidità con il minimo sforzo. Questi i principi alla base del workshop.
Il secondo workshop è dedicato alla Contemporary dance and improvisation e condotto da Rachel Krische (19 – 23 agosto – mattino). La Krische guida una classe molto atletica ed energica che trova fondamento in una profonda consapevolezza somatica. Il suo insegnamento è influenzato dal suo personale percorso creativo e dalla pratica performativo in cui è coinvolta nonchè dalle varie discipline che ha studiato nel corso degli anni, tra cui le tecniche Alexander, Feldenkrais e Yoga. Rachel vanta una carriera professionale più che trentennale e ha danzato, tra gli altri, con La Ribot, Akram Khan, Wendy Houstoun, Siobhan Davies Dance e Deborah Hay. Attualmente insegna alla Leeds Beckett University dove è membro dell’innovativo dipartimento di Arti Performative nel quale sono inclusi Experimental Theatre Practices, Live Art and the Northern Film School.

Brillant mind and powerful body – workshop per movers è il terzo workshop, condotto da Marta Ciappina sempre dal 19 al 23 agosto ma nel pomeriggio. La lezione si presenta come autentico kit di training somatico ed intellettuale per “sopravvivere” sulla scena contemporanea con corpo vigile e mente brillante. Al centro dell’indagine si ipotizza la logica e la dialettica del corpo in movimento. Lo studio valorizza strumenti personali capaci di trasformare la materia docile in un corpo composito, abile nel creare pluralità di segni. Le lezioni sono dedicate a chi ha messo al centro della propria ricerca analisi e pratica della dinamica. Sono aperte a tutti i performer poiché il metodo di lavoro si deposita su più strati, dando la concreta possibilità al singolo partecipante di conquistare il massimo successo all’interno del proprio percorso. Marta Ciappina, si forma a New York al Trisha Brown Studio e al Movement Research studiando con Diane Madden, Juliette Mapp, Jeremy Nelson, Vicky Shick, Andrew Harwood, Kirstie Simson, Ori Flomin, K.J.Holmes, John Jasperse.

Durante Bmotion il programma dedicato alla danza contemporanea, con 17 spettacoli in prima nazionale dal 20 al 23 agosto, saranno attive anche le Bmotion class,  classi per danzatori per con Aoife McAtamney, Manuel Roque, Dan Canham e il duo Alex Deutinger / Alexander Gottfarb. I partecipanti potranno con la Bmotioin card partecipare a classi del mattino e spettacoli della sera.

Torna anche la CHOREOGRAPHIC RESEARCH WEEK dal 17-24 Agosto, una settimana intensiva di ricerca per coreografi, focalizzata sulla drammaturgia di danza. Le attività includono studi di drammaturgia guidati da Peggy Olislaegers e Merel Heering, studi di Communicating Dance con Kristin de Groot, dialoghi con coreografi e professionisti della danza, e includono anche la partecipazione a lezioni di danza, performance, eventi, conferenze, introduzione ai progetti europei. I partecipanti assisteranno agli eventi di B.Motion, il cui programma include performance di Alessandro Sciarroni, Robbie Synge, James Batchelor, Matthew Day, Dario Tortorelli, Chiara Bersani, MAMAZA, Marco D’Agostin, Dan Canham, Granhoj Dans, Aoife McAtamney, Itamar Serussi, Ivan Perez, Idan Sharabi, Alex Deutinger and Alexander Gottfarb, e l’atelier dello European Dancehouse Network intitolato Building a Dancehouse(mattina del 20 e del 21 Agosto).

Un’attenzione particolare è dedicata anche ai più piccoli, con il Mini B.Motion Programme condotto da Elena Giannotti, un percorso di formazione per giovanissimi danzatori (8-13 anni) con un programma di avvicinamento alla danza contemporanea. Il programma include lezioni di danza, tutti i giorni dalle 12.00 alle 14.00, la visione degli spettacoli di Alessandro Sciarroni, Aoife Mc Atamney, Matthew Day e Dario Tortorelli a partire dalle ore 14.30, l’introduzione di dialoghi sull’analisi della coreografia e feedback (rielaborazione e restituzione di ciò che si è visto).

La grande novità di quest’anno è però il progetto Dance for Health Italia, che organizzerà una settimana di studio e selezione per danzatori interessati a diventare insegnanti Dance for Health.

L’iniziativa si terrà a Bassano del Grappa, al Museo Civico e in altri luoghi del CSC Centro per la Scena Contemporanea, dal 18 al 23 agosto 2015 ed è organizzata in collaborazione con Dance for Health & Parkinson di Rotterdam.

Ai partecipanti sarà illustrata la metodologia sviluppata da Marc Vlemmix e Andrei Peter Greenwood con i loro collaboratori in Olanda e in Italia. Il programma include: lezioni giornaliere, workshop e lezioni teoriche, incontri con artisti e scienziati che collaborano coi Parkinson’s dancers, e assisteranno agli eventi e performance della sezione B.Motion. Dopo la settimana di studio alcuni dei frequentanti selezionati, saranno invitati a seguire un programma semestrale di training in Italia e Olanda tra l’autunno, l’inverno e la primavera 2015/2016. L’iniziativa è aperta a danzatori italiani e internazionali.

Tutte le attività sono a frequenza obbligatoria con posti limitati. In tutti i corsi – a parte il Mini Bmotion programme – la lingua ufficiale è l’inglese. iscrizioni aperte fino al 18 luglio (e fino ad esaurimento dei posti). Informazioni ed iscrizioni tel. 0424 519803.

 

    Redazione
 (08/07/2015)

 

ViaCialdini è su www.facebook.com/viacialdini e su Twitter: @ViaCialdini