Sereni e Pazzi, Come nasce un poeta

Sereni e Pazzi, Come nasce un poeta

1 votoIl Volume “Come Nasce Un Poeta” Rivela l’intenso rapporto intellettuale tra Sereni e Pazzi. Documenta l’emergere di un poeta in continuo ascolto di se stesso e della vita.  Redazione   Sereni e Pazzi, Come nasce un poeta.  Il carteggio inedito tra due artisti delle lettere, Vittorio Sereni e Roberto Pazzi, curato dal giornalista Federico Migliorati, rivela curiosità, aneddoti, richiami che offrono una panoramica di un’epoca nella quale la poesia…

Nigro, poesia da nessuno nasce pulito

Nigro, poesia da nessuno nasce pulito

1 votoLa suprema azione della poesia sul caos “Nessuno nasce pulito” di Michele Nigro. Tematiche incalzanti, come tarli che rodono dentro, si sfogano bruciando e liquefacendosi al fuoco dell’inchiostro.  di Eufrasia Gentileschi   L’ordine alfabetico contempla il disordine cronologico, in questa prima raccolta poetica di Michele Nigro Non sono necessari riferimenti temporali per capire l’evoluzione linguistica che c’è stata nel corso degli anni; viene offerta al lettore una miscellanea che…

Sante Pedrelli, un bel momento mi stufo

Sante Pedrelli, un bel momento mi stufo

0 votiRicordando Sante Pedrelli: Un Uomo vero e un grande Poeta. Nella sua ultima opera edita “Extra Time” il poeta si addentra lungo un singolare camminamento esistenziale fuori tempo. di Davide Argnani   Il poeta Sante Pedrelli è scomparso nella sua casa a Roma la notte di venerdì 10 novembre in seguito a improvviso malore lasciando sola l’adorata moglie Maria. Era nato nel  1924 a Montilgallo di Longiano di cui…

Poeta in perenne divenire con gli occhi, il cuore

Poeta in perenne divenire con gli occhi, il cuore

5 votiKiller e bastardo: il poeta innamorato secondo Davide Rondoni. Sempre in moto, sempre creante. Il reale è dunque in perenne divenire. D’amore poteva senza potere più nulla.  di Pietro Russo  Poeta in perenne divenire, “La natura del bastardo” di Davide Rondoni. Devi essere pronto a uscire dalla tua ‘cameretta-porto’ per confrontarti, corpo a corpo, come un pugile suonato che le prende e le dà in eguale misura, con ciò…

Lingua, linguaggio e un grande pensare inconscio

Lingua, linguaggio e un grande pensare inconscio

24 votesIl milanese che parla in me. Milano è una città più mutante di qualsiasi altra città italiana. E il linguaggio era in continua evoluzione. La televisione ha impoverito in maniera incredibile la lingua.  Redazione   Riportiamo un interessante articolo dello scrittore Franco Loi. Le lingue nazionali nascono in un certo periodo per ragioni sociali, anche per la necessità di unificare le culture. Ma in realtà la lingua è uno…