Lettera A

8 votiLa Filastrocca della A, lo scorso primo aprile è stata presentata ai ragazzi della classe terza con le insegnanti, maestra Agata Guacci e maestra Renzulli, della Scuola Statale primaria di Solofra, plesso “ Capuccini”,  per parlare delle leggende della “ Città di Solofra”. Un dialogo sostenibile tra chi racconta e chi ascolta. di Vincenzo D’Alessio       Filastrocca della  A   Che bella la lettera  A somiglia ad una casa…

Adesso più vicini

Adesso più vicini

8 votiMamma, è un silenzio che mi fa male. Il tempo ci ha umiliato, feriti, allontanati. In noi il ricordo quello più grande: l’Amore di una Madre e di un Figlio. di Michele Luongo Adesso più vicini   E’ un silenzio che mi fa male Da molto non conoscevo lacrime Questo tempo ci ha percosso E l’egoismo ci ha umiliato Senza sentire Abbracci, carezze, sorrisi Cuori lontani, Dentro, così vicini…

A mia Madre

6 votiA mia Madre, il silenzio racchiude il tutto nel cuore. La profondità dei tuoi occhi, un mare, un cielo, il fuoco, petali di fiori. di Michele Luongo   A mia Madre   Scolorita immagina Di un sogno lontano. Lunghi fiumi di pianto Continue umiliazioni Hanno segnato il volto   Nelle umide caverne Occhi senza luce Adagiati, quasi intimoriti Di essere presenti, Guardano indietro A ricordi che non trovi più   In…

Silenzi di stanze vuote

12 votesMaria Pina Ciancio:  “ Assolo per mia madre ” . Il racconto in versi che compone questa raccolta intima, dialogante, sconfinata, ha l’inizio e la sua permanente conclusione nel cuore di una madre, nel calore di una stanza. Scusa, mamma. L’infanzia è il regno in cui nessuno muore.   di Vincenzo D‘ALESSIO   Accarezzare le pagine dell’ultima raccolta di poesie “ Assolo per mia madre ” della  poetessa lucana Maria…

L’ignoranza di immolare l’odio

L’ignoranza di immolare l’odio

1 votoNigeria, bimba di 10 anni imbottita di tritolo, si fa –fatta esplodere in un mercato di Maiduguri. di Giovanna Giugni   Chi ha avuto la fortuna di poter accarezzare la guancia di una figlia bambina sa quanta tenerezza ne possa derivare. Una bimba é un fiore delicato, una promessa di donna; ancora non sa delle difficoltà che dall ‘essere donna le deriveranno, ma è già deliziosamente femminile. Inconsapevolmente femminile. …

Senette, racconta l’attesa

Senette, racconta l’attesa

4 votesFrancesca Senette, “Cose  che non mi aspettavo ( quando stavo aspettando)” , in trasparenza, senza tabù, mese dopo mese, per il regalo più bello: la vita. di Michele Luongo   Trento –  Un modo del tutto informale, solare, semplice, vera, cosi Francesca Senette  ha accolto gli ospiti nella splendida sala bar del Grand Hotel a Trento. Con un sorriso e una parola per tutti, tra un abbraccio ai figli…